Tom's Hardware Italia
Tecnologia a bordo

Tesla si prenderà cura del nostro cane, arriva il “dog mode”

Tesla ha iniziato il rolling out di un aggiornamento software che abilita il dog mode, una modalità apprezzata dai possessori di un cane: lasciandolo in auto infatti il climatizzatore manterrà sempre la temperatura impostata e informerà i passanti che è tutto ok attraverso il display centrale.

Il cane è il miglior amico dell’uomo, ma a volte il contrario non è vero. Non sempre infatti è possibile portare con noi il nostro amico a quattro zampe e così può capitare di doverlo lasciare in auto, con tutti i rischi che ne conseguono. Se però avete una Tesla il problema non si pone. L’azienda di Elon Musk ha infatti avviato il roll out di una nuova modalità software, chiamata “dog mode”, che consente di mantenere il climatizzatore acceso per mantenere stabile la temperatura impostata, mentre sul grande display centrale del cruscotto sarà visualizzata la temperatura interna e un messaggio per rassicurare i passanti che “tutto è sotto controllo, il mio proprietario tornerà presto”.

Curiosamente tutto è partito lo scorso anno da un tweet di un utente che chiedeva a Musk se fosse possibile implementare una funzione del genere e l’imprenditore sudafricano, sempre molto attento alla comunicazione social, ha subito compreso l’opportunità e colto la palla al balzo.

Abilitare il dog mode è semplice: basta ‎un tap sull’icona del ventilatore nella parte inferiore del touchscreen quando l’auto è parcheggiata e impostare la modalità nel menu Mantieni Climatizzatore Acceso, infine impostare i limiti in cui dovrà oscillare la temperatura dell’abitacolo. Se la carica della batteria scenderà sotto il 20%, si riceverà una notifica sull’app mobile.

Tesla infine ha introdotto anche un’altra modalità, “sentry mode”, ovvero sentinella. ‎Quando attivata, l’auto entra in modalità standby e controlla continuamente le vicinanze tramite le telecamere esterne.‎ ‎Se rileva anche una minima minaccia, ad esempio qualcuno che si appoggia sulla vettura, passa alla modalità allarme, mostrando sul display interno un messaggio che avvisa che una registrazione video è stata attivata.‎

Se il livello della minaccia sale, ad esempio viene rotto un vetro, si attiva l’allarme, lo schermo centrale sale alla massima luminosità e l’impianto audio dell’auto parte al massimo volume, mentre il proprietario sarà avvisato tramite l’app mobile Tesla. Se si sarà anche collegato all’auto un drive USB prima di abilitare la modalità sentinella, sarà anche possibile ottenere una registrazione video. ‎