Trasporti

Zona rossa: recarsi dal gommista o all’autolavaggio è permesso?

Da ormai qualche ora è scattata la zona rossa in quasi tutta Italia e nascono quindi spontanee alcune domande relative agli spostamenti e verifiche che l’automobilista (o motociclista) può effettuare senza infrangere alcuna regola. A prescindere dall’attività che si desidera effettuare, è sempre consigliabile munirsi dell’ormai celebre autocertificazione disponibile sul sito del Governo.

La nuova norma non varia particolarmente rispetto alla precedente e alcune verifiche rimangono quindi disponibili. La bella stagione sembra ormai alle porte così come la scadenza all’obbligo di avere dotazioni invernali, pertanto potreste aver la necessità di effettuare un tempestivo cambio gomme. Si può fare? La risposta è affermativa, quindi potete recarvi senza problemi e perplessità dal vostro gommista di fiducia a patto che non si trovi ad esempio a più di 100 Km, una distanza che potrebbe essere difficile da giustificare in caso di controllo. Ricordiamo che il passaggio dalle invernali alle estive è previsto per il 15 aprile (salvo qualche caso limite).

Discorso analogo anche per chi necessita di fare una revisione, sebbene il Governo abbia posticipato la scadenza di diversi mesi. Ad esempio, i veicoli attesi alla revisione tra il primo e il 31 marzo 2021, ora possono circolare sino al 31 gennaio 2022 senza rischiare contravvenzioni. Anche gli autolavaggi restano aperti, in qualsiasi forma, pertanto recarsi vicino casa per prendere cura del proprio veicolo non è da considerarsi illegale. Resta comunque facoltà del distributore decidere in autonomia se chiudere o tenere aperta la propria attività. Come per i gommisti, anche in questo caso si consiglia sempre di recarsi in una struttura “vicino” la propria abitazione così da evitare possibili perplessità in caso di verifica.

Restano inoltre aperti i concessionari per effettuare vendita ed assistenza. Nonostante la visita sia sempre consentita, raccomandiamo di prendere un appuntamento (anche telefonico) così da non rischiare spiacevoli inconvenienti; ricordiamo infatti che, per limitare eventuali assembramenti, sarà dovere del concessionario limitare le presenze in salone.