Tom's Hardware Italia
IT Pro

CBT: Cloud per una Business Transformation che migliora Capex e Opex

Pagina 1: CBT: Cloud per una Business Transformation che migliora Capex e Opex
Le soluzioni e i servizi Cloud di CBT abilitano la Business Transformation, permettono di ridurre il Capex e aumentano l’efficienza aziendale

Il momento economico e gli scenari di mercato sono complessi, sia per quanto concerne l'Italia che il contesto internazionale in cui operano le sue aziende, indipendentemente dalle loro dimensioni. Muoversi in questo scenario fortemente dinamico, prendere rapidamente le decisioni giuste e orientare gli investimenti verso le iniziative più produttive ai fini del business non è facile, soprattutto se non si dispone delle tecnologie informatiche adatte o di un supporto professionale adeguato.

"Ma anche nei momenti difficili gli aspetti positivi non mancano, si tratta solo di saperli cogliere prima degli altri", osserva Flavio Radice, General Manager di CBT, un'azienda tutta italiana con un background di esperienze, certificazioni e realizzazioni nei diversi campi dell'IT che ha accumulato in decenni di attività nei suoi settori più evoluti.

Flavio Radice

Se il ruolo dell'IT è importante quando tutto va bene lo è a maggior ragione in momenti di incertezza di mercato. E' in questi momenti che le aziende con i manager più lungimiranti e che avviano innovativi processi di "business transformation" finiscono con il disporre di una migliore proposizione commerciale, una maggior produttività e capacità di adattare i propri processi alle dinamiche del mercato. In sostanza, finiscono con l'acquisire un forte vantaggio competitivo che può essere favorito anche dalla riduzione dei costi in conto capitale, ricorrendo ad esempio al cloud, che permette di allineare i costi operativi da sostenere ai risultati delle corrispondenti iniziative di business.

La "Business Trasformation", come evidenzia Radice, non è una cosa che si improvvisa ma è e deve essere un modo che coinvolge l'azienda a tutti i suoi livelli e permeare le singole persone, le divisioni aziendali, i prodotti e, in ultima istanza, l'infrastruttura IT che la rende possibile.

Come definire e approcciare la Business Transformation?

"Business transformation significa immaginare nuovi approcci e nuovi modelli per realizzare meglio e diversamente qualcosa che già esiste, ma anche e soprattutto per immaginare soluzioni che oggi non sono ancora applicate, ma che potrebbero esserlo perché la tecnologia lo consente, solo a patto di contestualizzarle e di realizzarle", è la definizione che di questa evoluzione paradigmatica dà Flavio Radice.

Definito di cosa si tratta, può non essere semplice da concretizzare. A livello aziendale richiede infatti che si agisca contemporaneamente sia sul piano delle infrastrutture che della gestione, dell'organizzazione dei processi e, non ultimo, sul piano dei costi al fine di spostare gli investimenti dal Capex all'Opex.

"Si sta affermando una nuova era dell’informatica in cui i sistemi possano essere di supporto ai processi operativi e in cui è possibile scambiarsi informazioni in tempo reale e con pochi click indipendentemente da dove ci si trova e dal dispositivo che si usa. E' un'era in cui le informazioni sono e saranno sempre più funzionali al business in termini di ‘social’ e ‘collaboration’. La nostra piattaforma di EIM (NDR: Enterprise Information Management) per la gestione delle informazioni di impresa sta riscuotendo un forte e crescente successo proprio presso quelle realtà che vogliono ottimizzare processi di business, tempi, costi e che hanno scelto di dotarsi di strumenti informatici innovativi e all’avanguardia come quelli che abbiamo reso disponibili anche tramite Cloud", evidenzia Flavio Radice.

Ma la tecnologia, per quanto ottima, da sola non basta. Per utilizzarla al meglio è necessario conoscere profondamente i processi di business che deve supportare e gli obiettivi sia funzionali che economici che si vogliono raggiungere. E' per questo che, evidenzia Radice, l’approccio di CBT verso i propri clienti è prima di tutto consulenziale e prima di porre mano ad un progetto i suoi esperti incontrano sia i responsabili IT che i manager di divisione, che hanno ben chiare le proprie esigenze per quanto concerne gli obiettivi di business e le esigenze dei clienti e dei propri fornitori.

Un altro fattore che CBT ha preso in considerazione è la vicinanza fisica al cliente, che ritiene un modo per garantire una reale conoscenza delle sue esigenze e la rapidità di intervento. Oltre ad essere presente sul territorio nazionale con sei sedi e 270 dipendenti, CBT annovera per questo oltre 40 partner certificati sulle sue diverse piattaforme in grado di fornire con una copertura territoriale di prossimità servizi di analisi, installazione e supporto post vendita.