Tom's Hardware Italia
IT Pro

Da Trend Micro più protezione per VMware NSX

Il rilascio di Deep Security 9.5 abilita una sicurezza "agentless" per la nota piattaforma di virtualizzazione del network

Trend Micro ha annunciato al VMworld 2014 di San Francisco la nuova versione di Deep Security, una delle sue soluzioni di riferimento per la protezione di ambienti fisici, virtuali e cloud.

Deep Security 9.5  è stato pensato per fornire un’interoperabilità ottimale con la piattaforma di virtualizzazione del network VMware NSX abilitando una sicurezza agentless attraverso controlli di sicurezza file e network-based. 

L'architettura di Trend Micro Deep Security

La combinazione del modello di virtualizzazione fornito da VMware NSX con i controlli di sicurezza agentless di Deep Security consente una segmentazione ancora più granulare per abilitare quarantena in tempo reale e capacità di risposta con un downtime di servizio minimo per il data center.

“Con la nostra nuova soluzione per VMware NSX ci confermiamo innovatori nel settore della sicurezza.” Ha affermato Partha Panda, vice president of global channels and strategic alliances di Trend Micro -. La nostra esperienza nella sicurezza cloud e data center combinata con la leadership nel campo virtualizzazione di VMware offre ai clienti il meglio per quanto riguarda le performance, l’agilità e la sicurezza”.

Deep Security 9.5 si caratterizza anche per il nuovo Smart Agent che razionalizza il deployment e sfrutta anche il nuovo programma di risposte rapide agli aggiornamenti Linux. 

Trend Micro prevede anche di introdurre a breve un plug-in per VMware vCenter Operations Manager, supportando gli utenti con aggiornamenti in tempo reale sulla sicurezza degli ambienti virtuali.