Libri e Fumetti

Fantastic Four: Life Story modifica le origini della prima famiglia Marvel

Vi avevamo già parlato in questo nostro articolo di Fantastic Four: Life Story ovvero la miniserie in 6 albi che celebrerà i primi 60 anni della prima famiglia Marvel creata da Jack Kirby e Stan Lee.

La miniserie sarà scritta da Mark Russell (The Flintstones, Wonder Twins) e disegnata Sean Izaakse e, come suggerisce il titolo, avrà la stessa struttura narrativa del fortunatissimo Spider-man: La storia della mia vita (recuperate l’edizione italiana su Amazon).

Foto generiche

Nella giornata di ieri la stessa Marvel ha diffuso, tramite il suo sito ufficiale, una piccola anteprima del primo albo che rivela una drastico cambio nelle origini e nelle dinamiche, future, del gruppo.

Fantastic Four: Life Story – l’anteprima

Come i lettori più addentrati ben sapranno in Fantastic Four #1 (data di copertina novembre 1961) Reed Richards coinvolgeva Sue Storm, suo fratello Johnny e il pilota collaudatore Be Grimm in una viaggio orbitale non autorizzato con una navicella sperimentale progettata dallo stesso Richards. Grimm, reclutato da Richards, esprimeva veementemente i suoi dubbi sulla bontà della nave e soprattutto sulla sua mancanza di schermature ai raggi cosmici.

Le perplessità di Grimm verranno poi drammaticamente confermate quando la nave verrà investita dai suddetti raggi modificando per sempre la vita del suo equipaggio e alterando definitivamente il rapporto fra Reed e Ben. Questi eventi sono rimasti inalterati per decenni almeno fino al prossimo maggio quando, come mostrano queste prime pagine, non sarà Reed a reclutare Ben ma Johnny:

Foto generiche

Come gestirà lo scrittore Mark Russell uno degli aspetti più iconici della narrazione dei Fantastici Quattro?

Foto generiche

Fantastic Four: Life Story – i dettagli

In Spider-man: La storia della mia vita veniva presentato un Peter Parker quindicenne nel 1962 (anno del suo debutto) che veniva poi seguito in varie fasi della sua vita mentre cresceva invecchiando “in tempo reale”. Una struttura narrativa inedita per i comics che tendono ciclicamente a ringiovanire i personaggi.

Fantastic Four: Life Story seguirà lo stesso identico principio introducendo i Fantastici Quattro nei “favolosi anni ’60”: Reed, Ben, Sue e Johnny saranno coinvolti nella Corsa allo Spazio sullo sfondo della Guerra Fredda vivendo quel fatidico viaggio in cui si verificherà un terribile incidente che conferirà loro grandi poteri e un terribile segreto, legati per sempre alla storia della Terra mentre si trasformano nella prima squadra di supereroi al mondo.

Foto generiche

L’autore Mark Russell ha dichiarato:

Quello che ho sempre amato dei Fantastici Quattro è come riuscissero ad unire le dinamiche famigliari con i temi cosmici e di sopravvivenza della razza umana, come i rapporti interpersonali in qualche modo avessero una importanza cosmica. In Fantastic Four: Life Story cercheremo di portare questo approccio in una narrazione che unisca la storia di questa famiglia con quella dell’umanità in un arco di tempo di circa 60 anni.

Il disegnatore Sean Izaakse ha dichiarato:

Lavorare sulla Prima Famiglia della Marvel per me è un onore e in questa miniserie cercheremo di riportare in primo piano gli aspetti più intimi di questi iconici personaggi, le loro difficoltà e i loro trionfi dando loro un ideale nuovo punto di inizio per nuovi e vecchi lettori. Se riuscirò a fare un buon lavoro sono sicuro che questa miniserie entrerà di diritto fra le letture preferite dei fan.