Gadget

10 stupendi gadget Pokémon per i fan della serie

A meno che non abbiate passato gli ultimi 20 anni su di un altro pianeta (perché anche vivendo sulla Luna sarebbe impossibile non conoscerli), allora avrete sicuramente un’idea piuttosto chiara di cosa siano i Pokémon. Un universo di mostriciattoli digitali nati sull’originale Game Boy e poi letteralmente esplosi in una moltitudine di media diversi, dal cinema ai fumetti, passando ovviamente per serie animate e giochi di ogni tipo tra cui, come un faro, svettano le carte collezionabili che appassionano tantissimi giocatori in tutto il mondo al pari del ben più blasonato Magic. The Gathering.

Nati nel 1996 dal genio di Satoshi Tajiri, i Pokémon vengono concepiti come animaletti da compagnia il cui mondo, per quanto incentrato sul loro addestramento e relativi combattimenti, fosse privo di una violenza turpe e sanguinolenta, così da poter essere ad uso e consumo tanto dei più grandi quanto dei più piccoli. Nati sin da subito per il mondo dei videogame, furono immaginati da Tajiri quando questi conobbe il primo Game Boy, convincendosi che poteva essere la console perfetta per poter ricreare digitalmente quella che era una sua grande passione sin dall’infanzia: la caccia agli insetti.

Pokemon Logo

Classe 1965, affetto da sindrome di Asprger e descritto, tempo dopo, dalla stessa Nintendo come eclettico ma eccentrico e stravagante, Taijiri non nasceva game designer, pur essendo un grande appassionato di videogame. Radunati alcuni amici aveva fondato una piccola rivista dedita ai videogame, Game Freak, e quando esordì il Game Boy pensò subito alla possibilità di utilizzare il cavo Game Link (che all’epoca connetteva due Game Boy per il gioco cooperativo e competitivo) per dare vita a quella stravagante idea di collezionare insetti digitali. Fondò quindi, insieme ai suoi compagni, la compagnia di sviluppo Game Freak (omonima della sua stessa rivista) e si propose a Nintendo con l’idea che sarebbe stata poi alla base dello sviluppo dei Pokémon: dei mostri dall’aspetto giocoso e buffo, che vivono in un mondo in armonia con gli esseri umani, che catturano, allevano e addestrano i Pokémon proprio come lui immaginava di fare con i suoi adorati insetti.

Lo sviluppo del primo gioco, che avrebbe poi portato alla creazione di ben due titoli, ovvero Rosso e Blu, durò la bellezza di sei anni e superò innanzitutto la titubanza di Nintendo, che non vedeva di buon occhio l’idea di un gioco basato, innanzitutto, sulla violenza tra mostri. Epurato però di ogni aspetto truce, come il sangue, le ferite e soprattutto la morte, il gioco procedette il suo sviluppo superando, nel mentre, numerose difficoltà economiche ed il costante rischio per Game Freak di finire in bancarotta. Arrivati ufficialmente sul mercato nel febbraio 1996 con il nome di Pokémon (parola derivante dalla fusione di Pocket e Monster), i mostri di Nintendo ottennero un successo istantaneo nel loro paese d’origine, la qual cosa convinse la casa madre a distribuire il gioco nel resto del mondo sicché, con oltre due anni di ritardo (il 30 settembre 1998), i primi 151 mostri di Tajiri arrivarono anche in occidente. Il resto, come si suol dire, è storia.

Trivia: vi siete mai chiesti perché Pokémon si scriva con la e accentata? Ebbene la ragione è dovuta alla pronuncia inglese. Il team di sviluppo temeva infatti che se non evidenziata dall’accento, la e di Pokémon potesse essere omessa nella pronuncia anglofona. Un problema da poco direte voi, se non fosse che si voleva a tutti i costi evitare che si potesse intendere la parola come una derivazione del verbo “to poke” che, nonostante la basilare traduzione di “colpire” ha un significato ben diverso, e meno adatto ai bambini nello slang inglese.

Beniamini di almeno due o tre generazioni di fan, i Pokémon sono figli di un merchandising sterminato che copre una moltitudine di campi, da quelli più ovvi fatti di giocattoli e memorabilia vari sino agli oggetti di arredo e gli utensili per cucina. In Giappone, in particolare, i mostriciattoli creati da Game Freak sono protagonisti di prodotti innumerevoli, molti dei quali vincolati ai soli confini nazionali dove, come immaginerete, i Pokémon sono più popolari che mai.

Ora, in attesa dell’arrivo del nuovo doppio capitolo della serie, Spada e Scudo, il primo per Nintendo Switch a proseguire la tradizione ruolistica della serie, abbiamo deciso di destreggiarsi tra i prodotti a marchio Pokémon, con l’intento di offrirvi una selezione di quelli che sono i prodotti che, a nostro giudizio, sono imprescindibili per i fan. Impresa decisamente ardua se considerate non solo l’immensa quantità di distributori su licenza ma anche, e soprattutto, la smodata mole di prodotti contraffatti e di dubbia fattura e provenienza.

Nello spirito che contraddistingue i veri allenatori Pokémon, siamo però riusciti in una cernita per consegnarvi questi 10 bellissimi gadget per i fan dei Pokémon, pescando solo prodotti originali e garantiti e, soprattutto, disponibili in Italia.

Gadget Pokémon

Il Pokédex

Pokemon Pokedek
Gadget fondamentale per ogni allenatore che si rispetti, il Pokédex è stato commercializzato in una moltitudine di forme e varianti, atte più che altro a rispecchiare i diversi aggiornamenti comparsi tanto nel corso dei vari videogame che nelle numerose serie animate. Quelli originali, tuttavia, non sono mai ufficialmente arrivati in Italia ed è un vero peccato se si considera che, salvo alcuni prodotti introvabili all’origine della diffusione nostrana, i Pokédex attualmente in commercio sono poco più che giocattoli con luci e suoni. Nulla di più. Quelli di importazione (disponibili anche da noi ma solo in lingua giapponese) sono invece dei veri e propri videogame che nel piccolo schermo a colori racchiudono una moltitudine di minigame atti a catturare le numerose creaturine. AL netto di un prezzo più che onesto (circa 60 euro), i Pokédez non sono solo bellissimi e divertenti, ma sono anche facilmente giocabili a patto di reperire delle istruzioni tradotte da uno dei numerosi gruppi di appassionati in rete.

» Clicca qui per acquistare Il Pokédek


Le spille delle palestre

pokemon spille palestre
Che siate amanti dell’anime o dei videogame, saprete sicuramente che per diventare degli allenatori certificati occorre raccogliere le 8 spille che i rispettivi capi palestra delle singole regioni concedono solo a chi è in grado di batterli in combattimento. Una regola che va avanti sin dall’originale videogame Rosso/Blu, e che ha portato negli anni alla scoperta di innumerevoli rivali, e di altrettante preziose spillette. Le spille, dunque, sono per noi un gadget irrinunciabile per chiunque voglia dichiararsi un fan. Oggi come oggi se ne trovano set per ognuna delle regioni note, da quelle dell’originale Kanto, terra di origine di Ash/Satoshi, passando per Johto, Sinnoh e Kalos. Certo, ottenerle senza combattere sarà un po’ come barare, ma per questa volta chiuderemo un occhio.

» Clicca qui per acquistare le spille delle palestre


Il New Nintendo 2DS Limited Edition

pokemon 2ds pikachu
Visto che quando si parla di Pokémon si parla soprattutto di videogiochi, per un collezionista è impossibile non avere a disposizione una delle console Nintendo disponibili sul mercato con cui poter affrontare nuove ed infinite avventure. Certo, anche in questo caso l’allenatore che è in voi non può (e non deve) accontentarsi di una console dall’aspetto generico, ma occorre puntare solo al meglio del meglio. Se parliamo di portatili, casa perfetta e preferita dai mostriciattoli Nintendo, allora non potete lasciarvi scappare questa bellissima edizione limitata del New Nintendo 2DS dedicata a Pikachu, per fortuna ancora largamente disponibile e neanche così sovrapprezzata rispetto all’uscita originale. Di colore giallo intenso, è caratterizzata sul fronte dal viso del celebre Pokémon, ed è davvero molto carina da vedere, peccato solo che si tratti di una delle poche edizioni limitate di questa console a non includere nessun gioco! Se poi avete voglia di restare in tema ma il volto paffuto (e giallo) di Pikachu non vi convincono, allora potreste puntare alla Poké Ball Limited Edition, che ad un prezzo lievemente più basso vi offre una console completamente rossa, con la parte frontale colorata per richiamare all’aspetto di una delle leggendarie Sfere Poké. Gioco non incluso anche in questo caso.

» Clicca qui per acquistare New Nintendo 2DS Pikachu Edition
» Clicca qui per acquistare New Nintendo 2DS Poké Ball Edition


La Nintendo Switch Pikachu & Eevee Edition

pokemon switch pikachu
Sempre in tema videogame, è doveroso presentarvi l’edizione limitata di Nintendo Switch, uscita per altro in tempi piuttosto recenti e proprio per questo ancora largamente disponibile al prezzo originale. Stiamo parlando della Nintendo Switch Pikachu & Eevee Edition che contiene, per altro, anche una copia del gioco Pokémon: Let’s Go, Pikachu! nonché una Poké Ball Plus. Completamente brandizzata a tema, con tanto di colorazione dei Joy Con atta a richiamare il colore dei due Pokèmon, questa edizione di Switch è stata ingiustamente sottovalutata, complice forse l’entusiasmo non proprio incalzante che ha accompagnato il gioco. Pur vero però che ad un ottimo prezzo ci si porta a casa non solo una console limited (persino la dock station è decorata!) ma anche il gioco e soprattutto una Poké Ball Plus, ovvero un particolare controller a forma di Sfera Poké con cui interagire col gioco per catturare i vostri Pokémon. Qualora poi foste alla ricerca di qualcosa di più economico, vi segnaliamo che è anche disponibile un’edizione limitata di Nintendo Switch Lite (ovvero la versione di Switch che non può essere connessa alla tv) completamente brandizzata per l’uscita di Pokémon Spada e Scudo. In questo caso, tuttavia, il gioco non è incluso.

» Clicca qui per acquistare Nintendo Switch Pikachu & Evee Ed.
» Clicca qui per acquistare Nintendo Switch Lite Pokémon Spada e Scudo


La Poké-sveglia

pokemon sveglia
Piccola ma elegante, questa sveglia a forma di Poké Ball farà la gioia di qualunque fan dei mostri Nintendo grazie ad un design grazioso ma funzionale. Riproduzione per dimensioni ed estetica della classica sfera Poké rossa e bianca, è adornata nella parte superiore da un piccolo Charmender intento in una pennichella tra un combattimento e un altro. Dotata di un display led retroilluminato con indicatore di ora, data e temperatura, è munita anche di una luce led soffusa, che illumina il piccolo Charmender su di essa di una tenue luce arancione.

» Clicca qui per acquistare la Poké-sveglia


Vaso per piante Bulbasaur

pokemon vaso bulbasaur
Uno dei problemi tipici di un nerd è quello di trovare il vaso giusto per le proprie piante da interni. Ok, magari non è proprio un problema di tutti, ma a volte per dare un tono all’ambiente non basta una bella pianta, serve anche il giusto suppellettile in cui esporla. Per fortuna gli amanti dei Pokémon possono contare su questo grazioso vasetto in ceramica, perfetto per contenere piante grasse o simili. Di un colore verde brillante, delle dimensioni di 11,5 cm x 8cm, questo vaso è nulla più che una versione stilizzata dell’adorabile Bulbasaur, che all’occorrenza può essere ulteriormente decorato così da munirlo di occhi e bocca. Non siamo sicuri sia il vaso che stavate cercando, ma di certo è uno di quegli oggetti che ci siamo immaginati ad arredare gli interni della casa del Professor Oak.

» Clicca qui per acquistare il Vaso per piante Bulbasaur


Salvadanaio Pikachu

Pikachu salvadanaio
Come si può insegnare ad un bambino il valore del risparmio? Difficile dirlo, ma se chiedete un consigli a noi, una buona soluzione potrebbe essere quella di regalargli questo salvadanaio animato con Pikachu. Sostanzialmente si tratta di una piccola scatola meccanica in cui, poggiano una moneta sul posito appoggio, si attiverà un meccanismo che farà apparire un Pikachu dalla scatola, che con una zampa metterà la moneta al sicuro. Le monete possono poi essere raccolte grazie ad una chiusura circolare presente sul fondo del salvadanaio.

» Clicca qui per acquistare il Salvadanaio Pikachu


Formine per biscotti

Pokemon formine biscotti
Siete stanchi dei soliti biscotti di forme più o meno irregolari che sfornate nei fine settimana? Sentite che alla vostra cucina manca quel tocco che possa ricordare a tutti quanto amate i Pokémon? Allora quale utensile migliore potreste mai aggiungere alla vostra cucina se non questo trio di tagliabiscotti a tema? Probabilmente nessuno. Realizzati in PLA, anallergico e sicuro anche per i bambini, questo set da 3 tagliabiscotti raffigura Ash, Picachu e una Poké Ball, ed è disponibile in diversi colori. La cosa eccezionale di questo set è che non solo è sicuro per i bambini, ma essendo realizzato in PLA (polimero ottenuto dall’amido di mais), esso è persino biodegradabile e compostabile quindi amico della natura! Occhio però che il PLA non va assolutamente lavato in lavastoviglie!

» Clicca qui per acquistare le formine per biscotti


Il Monopoly Pokémon

pokemon monopoly
Ormai dovreste saperlo: esistono Monopoly in tutte le salse. Si tratta di prodotti ufficiali e su licenza che uniscono il popolare gioco da tavolo con i marchi più disparati e tra questi, ovviamente, ne esiste anche una versione a tema Pokemon. Quella attualmente in commercio è la seconda edizione, che a differenza dell’originale ha le pedine ottonate (in virtù delle originali che erano a colori), per il resto si tratta del classico gioco con un tabellone rivisto ed a tema Pokémon, ispirato alla regione di Kanto. Unico appunto è in inglese, ma essendo le regole quasi del tutto sovrapponibili al gioco originale non dovreste avere problemi di sorta.

» Clicca qui per acquistare il Monopoly Pokémon


Le costruzioni in stile Lego

pokemon mega construx
Che però non sono Lego, ma Mega Construx, ovvero uno dei brand del marchio Mega Block e, dunque, di proprietà della Mattel. Una cosa non da sottovalutare, perché si parla di giocattoli certificati per qualità e garanzia tant’è che la massiccia linea dedicata ai Pokémon difficilmente vi troverà scontenti. La scelta è ottima, e si va da personaggi assemblabili come Pikachu, Venusaur e Mew Two, a set più articolati come lo Hi-Hat Cafè visto nel recente film Detective Pikachu. I modelli e gli incastri sono perfetti, così come le colorazioni, che restituiscono appieno il feeling del mondo dei Pokémon. Va anche detto che una volta costruiti i personaggi sono completamente articolati, il che li rende perfetti sia da montare che per giocare. Considerati i prezzi davvero concorrenziali e la licenza ufficiale, non c’è davvero alcun motivo per non collezionarli tutti!

» Clicca qui per acquistare i set MEGA Construx ispirati a Pokémon

Potrebbero interessarti anche: