Eventi

La NASA divulga un’immagine mozzafiato del suolo di Marte

L’esplorazione del suolo marziano ad opera del rover NASA Perseverance (di cui potete acquistare a tshirt a questo link) è appena iniziata, ma ci ha già fornito una enorme quantità di immagini e video spettacolari del Pianeta Rosso, il “vicino più prossimo” della cara e vecchia Terra. L’immagine tra tutte che però ha il potere di lasciarci, letteralmente, a bocca aperta però, ha origine da rilevamenti non proprio attuali.

NASA/JPL-Caltech/ASU
Mars Blue Dunes

Stiamo parlando di una rappresentazione basata su fotografie scattate tra il 2002 e il 2004, che mostra le differenti temperature presenti sulla superficie di Marte. Il risultato sono delle fantastiche dune di sabbia di colore “blu”, che paiono uscite direttamente dagli scenari ideali per un film di fantascienza!

L’immagine, conosciuta come “Blue Dunes on the Red Planet”, combina fotografie del pianeta scattate dal Thermal Emission Imaging Sistem in dotazione alla sonda orbitale Mars Odissey e risalgono appunto al periodo compreso tra il dicembre 2002 e il novembre 2004. La NASA ha diffuso solo ora questa meravigliosa immagine composita come parte delle celebrazioni per il ventesimo anniversario della missione Odissey. L’Agenzia Spaziale Americana ha commentato così la stupefacente fotografia:

“Un mare di dune scure, scolpite dal vento in lunghe file, circonda la calotta polare settentrionale di Marte, andando a coprire un’area grande quanto il Texas. In questa immagine a colori falsati, le aree con temperature più fredde sono registrate con tinte tendenti al blu, mentre i punti più caldi sono rappresentate in tonalità di giallo e arancione. Così, le dune scure e riscaldate dal sole brillano di un colore dorato. Questa immagine raffigura un’area di 19 miglia (30 chilometri) di larghezza.”

Questa foto ci mostra un luogo che è sia reale che immaginario. Queste dune esistono, ma in realtà non sono di colore blu. Marte, dopotutto, è noto come il Pianeta Rosso non a caso. L’immagine quindi sta a metà tra la finzione e la realtà scientifica, rendendo ancora più affascinante la continua esplorazione, e le relative scoperte, che si fanno e si faranno sulla superficie di Marte.