Cinema e Serie TV

Film X-Men, i migliori al 2019

Quando si parla dei migliori film Marvel non si può non realizzare una classifica dedicata e separata per i migliori film X-Men visto il grande numero di pellicole già uscite e che sicuramente usciranno in futuro dedicate a questi personaggi dotati di super poteri. Con X-Men: Dark Phoenix si è chiuso il lungo ciclo di film X-men iniziato vent’anni fa, quando per la prima volta al cinema Wolverine sfoderò gli artigli assieme ai ragazzi di Charlers Xavier. All’interno del mondo cinecomic, quella degli X-Men è una delle saghe più longeve, battuta solamente dal complesso intreccio narrativo del Marvel Cinematic Universe, che si appresta ora ad accogliere nelle proprie file anche i mutanti della Casa delle Idee. Sicuramente questa aggiunta al mondo di Spider-Man e Avengers sarà un’occasione d’oro per i Figli dell’Atomo, ma in questi anni hanno già mostrato il loro valore sullo schermo. E lo dimostriamo con la nostra selezione dei migliori film degli X-Men fino al 2019.

Sembra incredibile che ora sia addirittura possibile stilare una classifica dei migliori film X-Men, pensando a quanto sia stato complicato arrivare alla loro realizzazione.

Il primo progetto per un film sui mutanti risale ai primi anni ’90, quando i Marvel Studios vendettero i diritti per gli X-Men alla Carolco Pictures, che all’epoca voleva affidare la regia a James Cameron (che già puntava a realizzare un film su Spider-Man!). Del progetto non si fece nulla, i diritti tornarono alla Casa delle Idee e lì rimasero sino all’interessamento di 20th Century Fox.

A partire dal 1994 si iniziò a lavorare con grande interesse al film X-Men, con diversi autori impegnati nella stesura di una trama, identificando inizialmente in Robert Rodriguez il regista perfetto, ma Fox incassò un netto rifiuto. Esperienza che fece il paio con la spocchia di Bryan Singer, che inizialmente non volle aver a che fare con i film sui fumetti, considerati il mondo delle nuvole parlanti roba di poco valore. Fu solo dopo avere letto alcune storie degli X-Men (o forse un’altra cifra per il suo compenso?) che Bryan Singer infine accettò di dare il via all’esperienza cinematografica dei mutanti, portando nelle sale cinematografiche il primo capitolo della saga X-Men.

Ovviamente, trattandosi di un filone di film che ha visto reboot travestiti da linee temporali differenti e spin-off di personaggi particolarmente amati, stilare una lista dei migliori film degli X-Men fino al 2019 può sembrare complicato. Eppure, che si tratti di premiare il gioco di squadra o di esaltare il valore del singolo, il mondo mutante al cinema ha regalato grandi soddisfazioni.

I migliori film X-Men

  1. Wolverine: L’immortale
  2. Deadpool 2
  3. X-Men: Giorni di un futuro passato
  4. Deadpool
  5. Logan: The Wolverine

5. Wolverine: L’immortale (2013)

wolverine

Dopo lo scarso successo di X-Men Origins: Wolverine, che non è neanche inserito in continuity, si decise di tentare nuovamente un film solista dedicato all’artigliato canadese. Ambientato dopo X-Men: Conflitto Finale, troviamo Logan in una versione animalesca, eremita nei boschi, alle prese con il rimorso per l’uccisione di Jean Grey. Quando una giovane giapponese lo rintraccia per portargli l’ultima richiesta di un vecchio amico, Logan parte per un viaggio nella terra del Sol Levante, tra ricordi e rimpianti. Ispirato ad uno dei momenti più appassionanti della vita fumettistica del personaggio, Wolverine: L’immortale è uno dei migliori film degli X-Men.

Ispirazione: Wolverine di Chris Claremont e Frank Miller
VOTO METACRITIC: 61 – UTENTI: 6.7
VOTO ROTTEN TOMATOES: 71% Tomatometer: UTENTI: 69%

Potete acquistare Wolverine: L’immortale cliccando sui seguenti link:

4. Deadpool 2 (2018)

deadpool

Il secondo capitolo della avventure del Mercenario Chiaccherone entra di diritto in un top list sui migliori film X-Men. Se il primo capitolo delle funamboliche vicende di Wade Wilson ha segnato l’esordio del cinecomic più fedele all’impostazione narrativa fumettistica del protagonista, il seguito ha il merito di avere introdotto una delle coppie più singolari ed appassionanti del mondo delle nuvole parlanti: Deadpool e Cable. Dapprima avversari, poi amici e compagni di lotta, Wade e Cable danno vita ad una spassosa lotta con in palio la vita di un giovane mutante, centrale per il futuro dell’umanità. Riferimenti a personaggi chiave del mondo mutante, l’apparizione di un cattivo d’eccellenza e una serie di gag (specialmente sul finale) esilaranti, sono il fiore all’occhiello di un film mutante imperdibile.

Ispirazione: la serie a fumetti Deadpool & Cable
VOTO METACRITIC: 66 – UTENTI: 7.7
VOTO ROTTEN TOMATOES: 83% Tomatometer: UTENTI: 85%

Potete acquistare Deadpool 2 cliccando sui seguenti link:

3. X-MEN: Giorni di un futuro passato (2014)

Giorni di un futuro passato

Quando si decise di raccontare il passato degli X-Men, si fece un danno. La continuity, come ben sanno in casa Marvel, non perdona e si rende necessario ogni tanto rimettere in ordine le cose e creare un nuovo punto di partenza. Singer decise di ispirarsi nientemeno che ad una delle migliori graphic novel del mondo mutante, Giorni di un futuro passato, firmata dal duo Claremont-Byrne. Cronologicamente, siamo dopo gli eventi di X-Men: Conflitto Finale e Wolverine: L’immortale, in un periodo in cui i mutanti sono braccati dalle Sentinelle, intenzionate a sterminare il gene X dal mondo. In un disperato tentativo di cambiare la storia, la coscienza di Wolverine viene inviata nel passato per impedire un evento che conduca a questo mondo cupo. La scusa è perfetta per collegarsi con il nuovo filone narrativo partito con X-Men: L’inizio, dando così come spiegazione delle future incongruenze il viaggio nel tempo. Film con scene ad effetto, in cui spicca la sequenza con Quicksilver al rallentatore.

Ispirazione: X-Men: Giorni di un futuro passato
VOTO METACRITIC: 75 – UTENTI: 8.3
VOTO ROTTEN TOMATOES: 90% Tomatometer: UTENTI: 91%

Potete acquistare X-Men: Giorni di un futuro passato cliccando sui seguenti link:

  • X-Men: Giorni di un futuro passato: DVD | Bluray | 4K
  • X-Men: Giorni di un futuro passato: Rogue Edition: DVD| Bluray

2. Deadpool (2016)

deadpool_cover

Il film sui mutanti che tutti aspettavano, soprattutto perché vedere in azione Wade Deadpool Wilson significa una sola cosa: ridere a crepapelle. Nei fumetti, il rocambolesco personaggio creato da Rob Liefled e Fabian Nicieza è un mercenario mutante dotato di una parlantina estenuante, irriverente e delirante, con la tendenza a sfondare spesso la quarta parete e rivolgersi direttamente al lettore. Poteva tutto questo non arrivare sullo schermo? Purtroppo si, se pensiamo a come venne reso Deadpool nella sua prima apparazione, in X-Men Origins: Wolverine. Ma fortunatamente alla Fox decisero di ascoltare Ryan Reynolds, interprete del Mercenario Chiacchierone, e tentare nuovamente la sorte con un film tutto per lui, che diventa uno dei migliori film X-Men. Con ironia, ne vengono riscritte le origini, lasciando Ryan Reynolds libero di interpretare Deadpool  in modo esemplare. Dalle pose esagerate all’ironia scurrile e politicamente scorretta, nel film di Tim Miller tutto è in puro stile Deadpool, compresa una gestione delle scene d’azione superlativa. Non ci sono dubbi, Deadpool è sicuramente uno dei migliori film X-Men fino al 2019.

Ispirazione: è Deadpool, non serve ispirazione!
VOTO METACRITIC: 65 – UTENTI: 8.1
VOTO ROTTEN TOMATOES: 84% Tomatometer: UTENTI: 90%

Potete acquistare Deadpool cliccando sui seguenti link:

1. Logan: The Wolverine (2017)

Logan Wolverine Cover

Il capitolo finale della saga di Wolverine, almeno per come lo conosciamo ora, è in cima alla classifica dei migliori film X-Men. Quando si iniziò a vociferare di questo film, i fan si disperarono perché significava che Hugh Jackman avrebbe sfoderato gli artigli per un’ultima volta. Se un personaggio così amato saluta il pubblico, deve farlo in grande stile. Quando nel 2013 si iniziò a lavorare al terzo film solista di Wolverine, Fox assunse James Mangold per scriverne il soggetto. Inizialmente si era pensato di realizzare un classico film di supereroi, in cui sarebbero dovuti comparire anche Victor Sabretooth Creed e Nathaniel Sinistro Essex, ma la decisione finale fu quella di dare un taglio il più possibile realistico alla vicenda. Scelta azzeccata, dato che Logan: The Wolverine è divenuto un racconto cinico e disincantato su un personaggio malinconico per natura, lontano dal consesso civile e incapace di trovare realmente una propria dimensione di tranquillità. Logan si ritrova in un futuro in cui i mutanti sono pressoché estinti, braccati come cavie da laboratorio, senza la più la protezione degli scomparsi X-Men. Quando una ragazzina dotata dei suoi stessi poteri incrocia la sua strada, Wolverine non può sottrarsi alla voce dell’eroe. Occasione perfetta per un road movie moderno, con attimi di comicità lieve e cinica, ma soprattutto con Hugh Jackman capace di incarnare alla perfezione lo spirito dell’artigliato canadese. Di sicuro, il miglior film degli X-Men sino al 2019.

Ispirazione: la difficoltà nell’usare anche i poteri di Wolverine sembra rifarsi a La morte di Wolverine
VOTO METACRITIC: 77 – UTENTI: 8.4
VOTO ROTTEN TOMATOES: 93% Tomatometer: UTENTI: 90%

Potete acquistare Logan – The Wolverine cliccando sui seguenti link: