Libri e Fumetti

One Piece: il web difende la sessualità fluida di Yamato

Negli ultimi anni il tema della differenza di genere e la transfobia sono al centro del dibattito non solo sociale, ma anche politico e una buona fetta di mondo si ritrova ancor oggi a battagliare in difesa di un equilibrio che possa far sentire le persone che vi appartengono maggiormente incluse, fra diritti e doveri.

Eiichiro Oda, mediante il suo One Piece (su Amazon iniziamo il viaggio), ha sempre incluso personaggi di natura transessuale e a più riprese ha dedicato loro spazi importanti all’interno della narrazione (senza andare troppo lontano, sottoponiamo qui il caso di O-Kiku). Anzi, oltre a possedere dei design e poteri accattivanti, tali personaggi sono persino entrati nel cuore dei fan.

One Piece – Yamato è uomo o donna?

Nell’attualità dell’opera è presente un nuovo personaggio, che in poco tempo ha conquistato i lettori, ovvero il figlio dell’Imperatore Kaido, Yamato.

one piece yamato 2

Yamato si dimostra una persona dai connotati femminili, a partire dai capelli passando per gli occhi sino alle tipiche curve che ricordano una donna, ma in realtà l’autore ha sempre usato pronomi ed etichette maschili per riferirsi ad esso.

Il personaggio è apparso brevemente nella nuova versione dell’attuale opening dell’anime (disponibile per la visione in Italia su Crunchyroll), e proprio in questo momento il web si è spaccato poichè piuttosto che considerare la rilevanza del personaggio in sè, alcuni fan si sono focalizzati sul genere… ovviamente non sempre prestando il giusto utilizzo di linguaggio.

Nonostante questo, una buona fetta di fan e non sono intervenuti (cliccando qui attraverso ComicBook è possibile scoprire una serie di tweet in questione) in difesa del personaggio e hanno fatto notare, con tanto di catture direttamente dal manga, come Oda-sensei si sia sempre riferito a Yamato con pronomi maschili.

one piece yamato 1

Il manga ha sempre considerato Yamato come un “uomo“, come il “figlio” di Kaido e tutti i personaggi si sono sempre rivolti con riferimenti di linguaggio puramente maschili.

Yamato sembrerà, pertanto, anche fisicamente donna, ma nulla vieta all’autore di considerarlo un uomo, dal momento che, come già specificato, a più riprese Oda si è genialmente dilettato nel realizzare personaggio transessuali. E’ probabile che anche stavolta si tratti della medesima situazione, ma One Piece è stato creato per unire tutti i lettori sotto una stessa storia insegando, al contempo, che il rispetto delle intenzioni di una persona sono è ogni caso imprescindibile.

Chi è Yamato?

Yamato è l’onorevole figlio dell’Imperatore Kaido e dall’inizio della sua apparizione ha dimostrato davvero tutto, fuorché apprezzamenti per suo padre.

one piece yamato 3

Diversamente da quanto si potesse pensare, Kaido ha sempre tenuto, almeno mentalmente, legata la volontà del figlio di voler prendere il mare dopo aver fatto la conoscenza di Ace, il fratello di Rufy quando approdò a Wano. Ace gli parlò anche di Rufy e i due si sono anche incontrati nelle ultime battute del manga.

Yamato si definisce la reincarnazione di Kozuki Oden, ovvero il Daimyo ucciso dallo stesso Kaido e persona da vendicare nella battaglia di Onigashima, e farà il possibile per abbattere il suo stesso padre offrendo una mano a Rufy. Infine, come dichiarato diverse volte, Yamato ha intenzione di seguire l’aspirante Re dei Pirati nel suo viaggio, ma questa questione non ha ancora ricevuto la sua risposta definitiva.

One Piece, il manga e l’anime

One Piece è un manga shonen scritto e disegnato da Eiichiro Oda attraverso le pagine di Weekly Shonen Jump (Shueisha) dal 1997. La serie manga, nel cuore dell’arco narrativo del Paese di Wano, in Giappone ha raggiunto i 1014 capitoli e 98 tankobon. In Italia, invece, la serie è edita da Edizioni Star Comics con 97 volumetti disponibili (è possibile recuperarlo su Amazon).

Le ultime uscite del manga sono disponibile per la lettura gratuita e totalmente legale su MANGA Plus (Shueisha).

Il manga sta ispirando una serie animata realizzata da Toei Animation ed è in corso ininterrotto dal 1999. Ha attualmente raggiunto i 976 episodi totali e sta traponendo gli eventi dell’arco narrativo del Paese di Wano.

In Italia i diritti di trasmissione sono di Mediaset e vanta al momento 578 episodi doppiati. La serie è anche visibile legalmente, con sottotitoli in italiano e con un account premium attraverso la piattaforma streaming di Crunchyroll.

Il franchise ha ispirato videogiochi, merchandising, spin-off manga, lungometraggi animati e una serie tv Netflix con attori occidentali in carne ed ossa attualmente in corso di sviluppo. Recuperiamo qui gli ultimi dettagli.

“Nel fantasmagorico universo di One Piece non esiste la parola “riposo”, e l’instancabile mente del maestro Oda è costantemente al lavoro per partorire nuove, pazzesche avventure da far vivere alla masnada di pirati più bizzarra che ci sia!A Wa, il gruppo di Rufy ha quasi finito di radunare compagni e alleati, ed è ormai a un passo dalla pianificata irruzione sull’Isola degli Orchi. Nel frattempo, dal lato dei nemici, vede la luce la peggiore delle alleanze! Mentre Kaido brinda al “mostruoso” sodalizio, la situazione mondiale comincia a vacillare…”