Tom's Hardware Italia
Cinema e Serie TV

Quicksand, arriva su Netflix la prima serie originale svedese

Netflix ha recentemente rilasciato un primo teaser trailer per "Quicksand", ovvero la prima serie tv prodotta dalla divisione svedese della piattaforma, e tratta dall’omonimo romanzo best-seller dello scrittore Malin Persson Giolito.

Netflix ha recentemente rilasciato un primo teaser trailer per “Quicksand”, ovvero la prima serie tv prodotta dalla divisione svedese della piattaforma, e tratta dall’omonimo romanzo best-seller della scrittrice Malin Persson Giolito, edito in Italia da Salani con il titolo “Sabbie mobili. Tre settimane per capire un giorno”.

La storia è quella di Maja Norberg, una studentessa modello di Stoccolma che si ritroverà coinvolta in un processo per omicidio dopo che una sconvolgente carneficina si abbatterà sulla scuola in cui studia, mietendo tra le vittime il suo fidanzato, Sebastian, e molti dei suoi compagni di classe.

Sospettata di essere tra gli artefici del massacro, Quicksand esplorerà le relazioni di Maja e l’escalation di eventi che porteranno a quella tragica giornata nella sua scuola, nel mentre si fa strada l’iter processuale che potrebbe liberare o rinchiudere dietro le sbarre la giovane diciottenne svedese.

Quicksand arriverà su Netflix dal prossimo 5 aprile e nel cast saranno presenti Hanna Ardéhn nel ruolo di Maja e Felix Sandman in quello di Sebastian.

La serie sarà diretta da Per-Olav Sørensen (Nobel, The Saboteurs) e Lisa Farzaneh (Arne Dahl, Det som göms i snö) su scrittura ad opera di Camilla Ahlgren (The Bridge).
Pontus Edgren (Il centenario che saltò dalla finestra e scomparve) e Martina Håkansson saranno invece i  produttori esecutivi mentre la produzione sarà ad opera di  Fatima Varhos (Sanctuary, Trespassing Bergman) e Frida Asp (Bonusfamiljen, The Simple Heist) di FLX.

Di seguito il teaser ufficiale:

Se vi intrigano i thriller e volete sperimentare delle ottime letture di autori nord-europei, allora oltre che il succitato Quicksand, date uno sguardo anche ai lavori di Sebastian Fiztek, come il suo ottimo “Il ladro di anime”, o al più noto Jo Nesbo ed al suo celebre “L’uomo di neve”.