Cinema e Serie TV

Star Wars, amore e odio dividono la fanbase

Star Wars: L’ascesa di Skywalker ultimo capitolo della saga iniziata nel 1977 da George Lucas sta arrivando nelle sale. Inutile dire che l’hype degli appassionati è alle stelle, ma sono tante anche le preoccupazioni dopo la grande delusione avuta da molti con il precedente film Star Wars: Gli Ultimi Jedi. Cosa si aspettano i fans? Con quali aspettative entreranno in sala? E soprattutto nella “Guerra” fra gli haters e chi ancora ha speranza chi vincerà?

A long time ago in a galaxy far, far away….

Con queste parole che richiamano l’inizio delle fiabe per i bambini iniziava quella che nessuno si aspettava sarebbe diventata la saga più famosa del mondo, Star Wars. Un film di fantascienza che pescava a piene mani nel fantasy, dalla narrativa epica e dalle saghe rinascimentali dei cavalieri della tavola rotonda. George Lucas, creatore della serie, ha regalato al mondo una serie di icone pop che ancora oggi dopo 42 anni, dominano le scene e le vendite di gadget, come ad esempio il cattivo più conosciuto al mondo, il Signore dei Sith Darth Vader o i piccolo e verde Maestro Jedi Yoda. Un marchio quello di Star Wars che ha lasciato un’impronta indelebile in tantissimi campi, e che fra alti e bassi è sempre rimasto sulla cresta dell’onda.

Per quei pochi che hanno vissuto in un isola sperduta lontani dalla civiltà negli ultimi anni, Star Wars segue le avventure della famiglia Skywalker e di altri personaggi legati ad essi. La sequenza delle storie è abbastanza insolita, visto che inizia con il quarto capitolo: oggi sappiamo che fu una scelta dettata dal budget e dalle limitate possibilità tecniche dell’epoca che non si conciliavano con le idee che George Lucas aveva per i primi 3 capitoli della saga. Così la cronologia di Star Wars inizia con una prima trilogia formata dagli episodi IV, V e VI ovvero Una Nuova Speranza, L’Impero Colpisce Ancora e Il Ritorno dello Jedi: in una galassia dominata dall’Impero, il giovane raccoglitore di umidità Luke Skywalker, che sogna di diventare un pilota di caccia, si ritrova coinvolto nella lotta dei ribelli che vogliono rovesciare la tirannia dell’Imperatore Palpatine e del suo allievo Darth Vader. Insieme alla Principessa Leia, alla coppia di contrabbandieri Han Solo e il Wookie Chewbacca e ai droidi C-3PO e R2-D2 scoprirà le vie della Forza e conoscerà il passato della sua famiglia.

Dopo una pausa di 16 anni ecco la seconda trilogia, che in realtà è un prequel: gli episodi I, II e III, ovvero La Minaccia Fantasma, La Guerra Dei Cloni e La Vendetta dei Sith, tema centrale la trasformazione del giovane Anakin Skywalker nel malvagio Darth Vader e le motivazioni che lo hanno portato a cedere al Lasto Oscuro. Il pubblico inizialmente rimane un po’ perplesso per alcune scelte della nuova trilogia, in primis viene criticato l’uso esagerato del Green Screen e della CGI, che faceva perdere molto del fascino dei vecchi film in cui gli effetti speciali erano “reali” scusatemi il gioco di parole, ovvero fatti con pupazzi animati manualmente e l’uso di modellini per i mezzi., ma in seguito finita la saga il consenso generale risulterà positivo.

Arrivati a questo punto accade un evento storico: è il 2012 e la LucasFilm, la casa di produzione di George Lucas, proprietaria dei marchi storici non solo di Star Wars, ma anche di Indiana Jones e tanti altri, viene comprata dalla The Walt Disney Company, che inizia così il suo percorso di dominio della galass… ehm scusate il suo dominio della produzione cinematografica globale. Il pubblico di appassionati è molto preoccupato, la Disney è un impero e ci ha regalato cose meravigliose, ma la paura è che la sensazione di buonismo che permea molti prodotti della casa del topo, possa influire sulla qualità delle storie di Star Wars.
Purtroppo le paure dei fans si rivelano fondate, così dopo un Episodio VII: Star Wars: Il Risveglio della Forza che non brilla per originalità e che presenta una nuova serie di personaggi che non reggono il confronto di quelli storici, arriviamo al famigerato Episodio VIII – Star Wars: Gli Ultimi Jedi vero punto di rottura fra gli appassionati.

Lei mi ha deluso per l’ultima volta, Ammiraglio

Diretto da Rian Johnson Star Wars: Gli Ultimi Jedi è caratterizzato da un’imponente presenza delle parti comiche, che diciamolo, sono sempre state presenti nella saga grazie il più delle volte affidate alla coppia di Droidi C-3PO e R2-D2, ma mai così invasive come in questo caso. Lo so che è doloroso, ma bisogna ricordare lo “scherzo telefonico” del pilota Poe Dameron al Generale Hux del Primo Ordine solo per citarne uno ed evitare di parlare di chi è riuscito a spodestare Jar Jar Binks dal trono di personaggio più inutile e imbarazzante dell’intera saga: l’ex- Stormtrooper Finn; un vero peccato perchè l’idea di un ex trooper che passa alla Resistenza avrebbe potuto creare delle belle situazioni.

A tutto questo aggiungiamo diversi buchi di trama grandi come uno Star Destroyer, un cattivo che sembra sempre di più un bambino viziato, un mega cattivo totalmente inutile,  scene prese in prestito da Mary Poppins (che potete rivedere QUI) e alcune variazioni al concetto di Forza e dell’Ordine degli Jedi che hanno fatto impallidire il fanbase. E poi una bella grattugiata di Disney Style che trasforma la tentazione del Lato Oscuro di Rey, in un balletto da Tik-Tok.

I’ve got a bad feeling about this

Con queste premesse siamo qui ad aspettare Star Wars – L’Ascesa di Skywalker, la chiave di volta, l’ultimo capitolo che chiuderà questa saga che ha segnato e influenzato il passaggio di generazioni non solo fra i suoi protagonisti (potete fidarvi di chi vi scrive e che ha chiamato sua figlia Leila n.d.r.) Ma con quali aspettative entreremo in sala?
I trailer rilasciati nel corso dei mesi precedenti hanno rivelato alcune scene che hanno fatto molto parlare e fantasticare gli spettatori: Rey in versione Sith, con la sua strana alabarda che ricorda un coltellino svizzero, il ritorno dell’Imperatore Palpatine, creduto morto alla fine de Il Ritorno dello Jedi, C-3PO che saluta per l’ultima volta gli amici, Rey e Kylo Ren che abbattono insieme un altare su cui è posto l’elmo di Darth Vader e un pugnale dalla forma particolare che sta facendo molto parlare di se in rete. Ovviamente le teorie si sprecano e variano da quelle più improbabili a quelle ragionate e spiegate nel dettaglio tramite l’uso di richiami a frasi, oggetti e persone magari viste per un fotogramma durante i film precedenti.

Quello che però si respira maggiormente è una grande delusione che tende ad aumentare leggendo i vari rumors che girano nel web: alcune fonti vicine al progetto hanno affermato che le prime visioni di test con il pubblico siano andate così male da costringere la produzione non solo a rimettere in discussione il montaggio, ma addirittura a dover richiamare gli attori per delle scene aggiuntive che sarebbero terminate a fine Novembre, quindi pochissimi giorni prima dell’uscita nelle sale prevista per il 18 Dicembre.

Per par condicio va detto che nonostante tutto molti nutrono grandi speranze nel brand e nel nuovo film.
Le novità introdotte nell’ottavo capitolo sono piaciute ad una fetta di pubblico e non solo ai giovanissimi che magari non hanno vissuto personalmente la storia nel corso degli anni. Dal punto di vista di questi ultimi, proprio i cambiamenti che hanno fatto storcere il naso sono un punto di forza del film. La fanbase scorre possente in molti e come ben sanno gli appassionati della saga c’è sempre una speranza.

Nel frattempo sul sito Reddit un utente che già in passato aveva rilasciato dei leaks che in seguito si sono rivelati completamente azzeccati, ha pubblicato una lista di tutto quello che accadrà nel film, e i commenti di chi l’ha letta sono stati terribili. Nella speranza che siano stati solo una provocazione, non pubblicheremo il link per evitare la diffusione di possibili spoiler.

Che la Forza sia con te

Comunque vada la stella di Star Wars non è ancora destinata a spegnersi.
I progetti paralleli continuano ad ottenere successi enormi deliziando i fan, ne è un esempio il recente The Mandalorian, trasmesso dal neonato servizio di streaming Disney+ che detiene il record di serie Tv in streaming più vista di sempre. Degne di nota anche le serie animate dedicate al mondo di Star Wars come Clone Wars e Star Wars Rebels, e gli spin off cinematografici già prodotti come Rogue One e Solo.

Non vi basta? per il futuro sono state già annunciate una nuova serie Tv dedicata a Obi-Wan Kenobi che vedrà il ritorno di Ewan McGregor nei panni del Maestro Jedi, e per il 2021 vedrà la luce una nuova trilogia cinematografica ambientata circa 100 anni dopo la fine di Star Wars – L’ascesa di Skywalker in cui secondo diverse teorie, vedremo il Baby yoda che sta spopolando in rete
Tranquilli, nei prossimi anni ne avremo di tremiti nella Forza.

 

Sei un appassionato di Star Wars e stai cercando dei gadget per rendere la tua casa degna dell’Orlo Esterno? Qui trovi una selezione di oggetti di uso comune dedicati ai personaggi della saga più bella di sempre >>>Clicca Qui<<<