Eventi

Tidal, cos’è e come funziona lo streaming musicale per audiofili

C’era una volta la bellezza del suono della musica dei dischi in vinile, con un fruscio quasi impercettibile, a ma comunque sempre presente, poi arrivarono i Compact Disc e, solo diversi anni più tardi, il formato della musica cambio per sempre con gli MP3. Quella del formato compresso, di centinaia di canzoni nella memoria dei riproduttori, sembrava l’evoluzione finale. E invece no. Ecco arrivare la “musica liquida”, quella che non è memorizzata in una memoria locale, ma che viene trasmessa attraverso la rete internet direttamente al “PLAY” dei nostri smartphone e dispositivi multimediali. E la qualità audio? Il servizio di Tidal nasce per soddisfare le massime aspettative degli audiofili 

Per provare gratis Tidal per 30 giorni basta usare questo link

Nel 2008, con tantissimo coraggio, venne lanciato Spotify, il servizio che un po’ alla volta ha cambiato il nostro modo di ascoltare musica. Ma il servizio svedese non è l’unico sulla piazza. Infatti, con Apple Music, Deezer, Google Play Music e Tidal, l’area musicale è davvero assai agguerrita. Ma il servizio Tidal ha una marcia in più. Infatti, Tidal è dedicato a quella fetta di mercato che non vuole proprio fare a meno della qualità audio.   

Foto generiche

Cos’è Tidal 

Tidal è un servizio di streaming musicale lanciato sul mercato nel 2014 dalla norvegese AspiroAppena l’anno successivo, il progetto è stato acquisito Project Phanter Bidco, l’azienda sostenuta dal cantante e produttore americano Jay-Z. 

Oggi Tidal offre l’accesso a una libreria musicale di ben 60 milioni di canzoni, contro le 40 milioni di Spotify, ma non è questa la più grande differenza tra i due servizi. Tidal è l’unico servizio di streaming musicale che ti permette di ascoltare brani in qualità HD, un fattore piuttosto importante e rilevabile da qualunque orecchio allenato musicalmente, o in un impianto stereo ad alta fedeltà. 

Il segreto di Tidal è tutto nel formato audio utilizzato sia per lo streaming che per il download della musica su smarthpone o PC.   

La qualità audio che fa la differenza 

Tidal punta tutto sulla qualità audio offrendo diversi profili in base all’esperienza d’ascolto che si vuole avere. Vediamoli nel dettaglio. 

Tidal Premium. È il servizio di base, che permette di ascoltare i brani musicali in formato AAC @320kbit/s. La stessa qualità offerta dai servizi concorrenti.   

Tidal HiFi. Un netto passo avanti che consegna all’utenza una qualità audio superiore uguale a quella del supporto CD a @44.1kHz/16 bit.  

Tidal MQA (Master Quality Authenticated). Il meglio che si possa pretendere dalla riproduzione audio, con il formato 192kHz/24 bit che darà valore a un buon impianto Hi-Fi o delle cuffie professionali.  

Foto generiche

Come funziona Tidal 

Tidal è disponibile con l’app ufficiale per tutti gli smartphone Android Apple da scaricare dai rispettivi store, e per PC e Mac attraverso il sito ufficiale che mette a disposizione un autentico player musicale con la possibilità di riprodurre i brani scelti o scaricarli in locale sul PC. L’utilizzo desktop permette anche di installare un software dedicato, che integra tutte le funzioni del sito ufficiale, ma alla stregua delle app per dispositivi mobile.  

Come gli altri competitor sulla piazza, Tidal offre un’interfaccia semplice e immediata da utilizzare, con una Home Page strutturata totalmente in base alle preferenze dell’utente, che all’atto della registrazione potrà scegliere artisti preferiti suddivisi per genere.  

Segue una sezione Video, meno improntata sul gusto personale e una sezione Esplora per la ricerca libera di contenuti. Nell’ultima sezione, La mia musica, vengono raccolti tutti i brani suddivisi in mix personalizzati, playlist, album e artisti, ma anche tutti quei brani che si è scelto di scaricare. La musica in ascolto può essere trasmessa a dispositivi esterni in Wi-Fi come ad esempio Chromecast. Ogni brano in ascolto mostrerà la qualità di riproduzione in basso alla schermata e, cliccandoci, sarà possibile modificare la qualità audio disponibile per ogni singola traccia musicale, passando da Alta, HiFi e Master

Quanto costa Tidal 

Rispetto all’offerta di altri servizi concorrenti, Tidal non prevede un piano gratuito con pubblicità, ma mette a disposizione un periodo di prova gratuita di 30 giorni, con la possibilità di utilizzare sia il piano Premium che quello ad Alta fedeltà, in modo da sperimentare la differenza sul piano della qualità sonora. Il mese di prova si può disattivare in anticipo e in qualunque momento, continuando a fruire dell’intero periodo di 30 giorni. A seconda delle esigenze, Tidal offre diversi piano in abbonamento.

Eccoli di seguito nel dettaglio: 

Tidal Premium 

Tidal Premium è il profilo base del servizio, che permette l’accesso a più di 60 milioni di brani con una qualità pari a 320kbit/s, con alcune varianti che lasciano una certa convenienza all’utenza 

Standard: variante base destinata a un solo utente al costo di 9,99€ al mese; 

Famiglia: variante destinata all’utilizzo dei nuclei familiari, con la possibilità di estendere l’abbonamento standard ad altri 5 utenti al costo di 14,99€ al mese; 

Studente: Tidal offre a tutti gli studenti (autenticati da regolare attestazione di iscrizione presso un istituto di istruzione) un account Premium nella variante standard al costo di 4,99 € al mese. 

Tidal HiFi 

Se l’iscrizione a Tidal è motivata da una maggiore qualità audio, il profilo Tidal HiFi è il primo passo da compiere per fare la differenza. Infatti, con questo profilo di abbonamento si avrà accesso all’ascolto dei brani con qualità audio superiore uguale a quella del supporto CD a @44.1kHz/16 bit e senza alcuna compressione, ma anche l’accesso ai brani in formato Master Quality Authenticated (MQA) in 192kHz/24 bit. 

Come il piano Premium, Tidal HiFi presenta le stesse varianti: 

Standardvariante base destinata a un solo utente al costo di 19,99€ al mese; 

Famigliavariante destinata all’utilizzo dei nuclei familiari, con la possibilità di estendere l’abbonamento standard ad altri 5 utenti al costo di 29,99€ al mese; 

StudenteTidal offre a tutti gli studenti (autenticati da regolare attestazione di iscrizione presso un istituto di istruzione) un account HiFi nella variante standard al costo di 9,99€ al mese; 

Chi dovrebbe abbonarsi al servizio 

Tidal è un servizio superiore alla concorrenza sotto ogni punto di vista, poiché offre un catalogo senza eguali, versatilità di ascolto tra dispositivi mobili e fissi, ma soprattutto incontra il palato e le tasche di qualunque tipo di utenza. I giovanissimi troveranno un piano Premium con un costo allineato con la concorrenza con agevolazioni per gli studenti. Mentre se rientrate in quella cerchia di persone che apprezzano un “vinile su un buon impianto HiFi, perché è addirittura superiore ai CD”, Tidal si configura come l’alternativa valida per ogni audiofilo che si rispetti.  

Alcuni operatori telefonici e gestori di energia elettrica propongono oggi diverse promozioni legate a Tidal, quindi vi invitiamo a dargli un’occhiata quando avrete finito il periodo di prova che potete già attivare online

Per provare gratis Tidal per 30 giorni basta usare questo link