Tom's Hardware Italia
Schede Grafiche

A proposito del prezzo della Radeon RX 480

Il nostro punto di vista relativo alla notizia in cui annunciavamo il prezzo della Radeon RX 480.

Ieri ho scritto questa notizia (LINK) in cui anticipavo il prezzo della nuova RX480 di AMD. Le mie fonti, autorevoli ma riservate, indicavano la cifra di 300 euro. Oggi confermo che l'informazione si è rivelata corretta. I più importanti shop italiani, in base alla marca, mettono in vendita le RX 480 a prezzi che vanno da 289 euro (Sapphire) a più di 300 euro, in base alla marca. Insomma, se vogliamo fare i pignoli 289 euro non sono 300, ma per la maggior parte delle schede attualmente in commercio il prezzo era azzeccato.

La notizia di ieri – era inevitabile – ha scatenato una valanga di commenti. In redazione abbiamo constatato con rammarico che moltissimi erano negativi. Siamo stati accusati di fare cattiva informazione, di dire falsità, di essere pagati dalla concorrenza. Qualcuno ci ha intimato persino di chiedere scusa. Di cosa? Perché? Forse dovrebbero farlo proprio quei lettori che hanno calcato la mano nei commenti, esacerbando i toni. 

Sappiamo che quando si parla di AMD e Nvidia i toni s’infervorano, ma noi diamo informazioni, anche quando non piacciono ad alcuni. Né possiamo farci condizionare dall'eccesso di partigianeria. Qui non si giocano partite indossando la maglia di questa o quella azienda. Quell'indiscrezione – ripetiamo, di fonti autorevoli – era una notizia e noi l'abbiamo data in anticipo su tutti. Era nostro dovere.  

Purtroppo ieri il diavolo ci ha messo lo zampino, con un down del sito che è durato quasi mezz'ora. Trenta minuti di blackout in cui i commenti su Disqus sono cresciuti a dismisura. Cioè, molti hanno commentato basandosi solo sul titolo, senza nemmeno leggere il contenuto.

L’unica "imprecisione" che possiamo ammettere è di essere usciti in fretta e furia con la notizia, senza specificare ulteriormente che non si trattava di un confronto diretto tra AMD e Nvidia. Lo avevamo dato per scontato, dato che il fulcro della notizia era un altro. Nel testo veniva citata la 970, ma semplicemente perché è la scheda che si mette a confronto diretto con la 480. Non sono stati dati suggerimenti di acquisto, per nessuna scheda, ma il collegamento per alcuni è stato molto semplice: dite che la 480 costa troppo, allora acquistate Nvidia. L'ho poi specificato in un commento, inutilmente. Forse non è stato letto.

Molti utenti sono convinti che per qualche motivo "privilegiamo" Nvidia a AMD, e ne siamo particolarmente rammaricati. Si tratta di illazioni di utenti particolarmente appassionati che non mancano occasione per ribadirlo. Sapevamo che anticipare il prezzo della scheda AMD avrebbe causato malcontento e di conseguenza l’ira dei fan più sfegatati, ma non potevamo ignorarla solo per non turbarli. 

Il “fanboyismo” di Intel, AMD e Nvidia esiste da decenni e abbiamo imparato che purtroppo non cambia e agisce sempre nella stessa maniera. Quando un’azienda sa fare meglio dell’altra, c’è sempre uno schieramento agguerrito pronto a scendere sul campo di battaglia e difendere il proprio prediletto sempre e comunque, anche davanti a dati oggettivi. Prendo in prestito da Wikipedia la spiegazione etimologica di fanatismo, cioè "fanaticum, ispirato da una divinità, invasato da estro divino", qualcosa che non si può controllare razionalmente e che quindi è normale che porti a determinati atteggiamenti.

La speranza è che questo episodio, in cui abbiamo mostrato che non abbiamo fatto altro che darvi un’informazione corretta, possa convincere qualcuno che in Tom’s Hardware ci sono solo persone che tengono al proprio lavoro, a quello che fanno, e vogliono bene ai propri lettori (se mi passate il termine sdolcinato), al punto tale da essere pronti a lanciarsi nelle fiamme, dantescamente rappresentate qui dalla folla di fanatici dell’azienda X, pur di dare un’informazione che comunque, moltissimi, stavano aspettando da tempo. Positiva o negativa che sia. Ma reale, non inventata. Una semplice informazione.