Software

Amazon e Slack vogliono spodestare Microsoft Teams

Con un comunicato stampa dello scorso 4 giugno, Slack ha annunciato un sodalizio pluriennale con Amazon, nello specifico, con la controllata Amazon Web Services (AWS). Quest’ultima si avvarrà di Slack come piattaforma esclusiva per la comunicazione e darà in cambio il supporto dell’infrastruttura AWS.

Da questa operazione entrambe le aziende si aspettano vantaggi sia a livello operativo, dando possibilità ai team di sviluppo di sfruttare tutte le risorse AWS all’interno di Slack, sia in termini di maggiore visibilità sul mercato comunicazioni Enterprise, dove al momento è Microsoft a dominare con Teams. Il servizio lanciato nel 2017 conta attualmente più di 75 milioni di utenze attive, balzo dovuto almeno in parte anche alle condizioni d’emergenza imposte dal Covid-19, e che pure ha giovato a Slack, con un guadagno del 50% nel Q1 2020.

Il CEO e co-fondatore di Slack Stewart Butterfield si è espresso così sull’evento: «Il futuro del software aziendale sarà guidato dalla combinazione di servizi cloud e strumenti di collaborazione per il flusso di lavoro […] La collaborazione strategica con AWS consente a entrambe le aziende di adattarsi alle esigenze della società e di offrire ai nostri clienti un servizio di alto livello. Integrando i servizi AWS con la piattaforma di messaggistica basata su canali di Slack, aiutiamo i team a gestire facilmente e senza problemi i loro progetti nell’infrastruttura cloud e il lancio di servizi basati su esso senza mai uscire da Slack».

Questi i dettagli principali dell’operazione, Amazon Chime diventerà la spina dorsale delle videochiamate Slack, rimpiazzando l’infrastruttura audio-video proprietaria ed offrendo il servizio di condivisione schermi. Saranno integrati AWS Chatbot e Amazon AppFlow; il primo, un assistente interattivo che aiuterà i collaboratori a restare aggiornati e a dare risposte più veloci e mirate agli eventi; un totale di quasi 200 servizi votati al lavoro di squadra e all’uso di risorse in cloud. Il secondo darà a Slack l’accesso a servizi AWS come Simple Storage Service o Amazon Redshift, semplificando compiti come il trasferimento dati, l’analisi delle relazioni fra clienti e assistenza o del sentiment. Slack fruirà inoltre del comprovato servizio di sicurezza AWS Key Management, per la distribuzione ed il controllo di chiavi crittografiche.

Se siete alla ricerca di cuffie di qualità per videochiamate a un prezzo ragionevole, potreste valutare queste HyperX.