Mac

Apple presenta MacOS Monterey: tutte le novità

Durante il WWDC 2021 tenutosi oggi, Apple ha presentato la prossima versione del proprio sistema operativo per iMac e MacBook, MacOS Monterey. Il successore dell’attuale MacOS Big Sur è stato sviluppato e costruito per aggiungere nuove funzionalità e migliorare quelle esistenti, con l’unico obiettivo di facilitare la vita all’utente finale, dando la possibilità di velocizzare molte delle attività che vengono svolte quotidianamente.

L’introduzione dell’app Comandi, già presente su iOS e iPadOS, fa proprio questo consentendo di automatizzare comandi e attività che richiederebbero altrimenti diversi input e massimizzando la produttività. L’introduzione di Comandi su MacOS è il primo passo di una transizione che, nel corso dei prossimi anni, cambierà l’automazione su Mac andando a sostituire Automator. Quest’ultimo sarà comunque supportato in MacOS Monterey e i workflow creati al suo interno potranno facilmente essere importati in Comandi.

Un secondo strumento atto a migliorare e velocizzare il flusso di lavoro è Universal Control, che permette di sfruttare tastiera e mouse del Mac anche su iPad e altri Mac. Affiancando i due dispositivi, il puntatore passerà da uno all’altro naturalmente, senza bisogno di collegarli in alcun modo; la funzionalità è compatibile con MacBook, iMac e iPad e permette sia di controllare tutti i dispositivi con un unico input che di condividere file tra i device con un semplice drag and drop. Universal Control inoltre è compatibile con più di due dispositivi: nella demo mostrata da Apple, ad esempio, vengono controllati e scambiati file tra un iMac, un MacBook e un iPad usando unicamente tastiera e trackpad del MacBook.

Altra novità parecchio interessante, anche se più legata all’intrattenimento che alla produttività, è la possibilità di usare il Mac come uno schermo AirPlay: MacOS Monterey permetterà infatti di trasmettere i contenuti dal proprio iPhone o iPad direttamente sul Mac, come se fosse un qualsiasi TV o schermo compatibile con AirPlay.

Cambiamenti in vista anche per quanto riguarda Safari, tenuto come sempre in forte considerazione da Apple: il browser all’interno di MacOS Monterey integrerà un nuovo design con una barra degli strumenti più pulita e gruppi di schede posti a lato della barra di ricerca. I gruppi si sincronizzeranno automaticamente con iPad, inoltre potranno essere rapidamente condivisi tramite mail in maniera automatica.

MacOS Monterey includerà anche le principali novità annunciate per iOS 15, come il nuovo FaceTime, Focus (con le relative modalità di notifica) e SharePlay, la nuova funzione che consente di guardate contenuti in compagnia di altri utenti, sincronizzando la riproduzione tra i diversi dispositivi.

La prima beta per gli sviluppatori di MacOS Monterey sarà disponibile già oggi, mentre il prossimo mese avremo la prima beta pubblica. Il rilascio della versione finale di MacOS Monterey è previsto per questo autunno, in concomitanza con quello di iOS 15, iPadOS 15 e WatchOS 8.