Tom's Hardware Italia
Software

Funzione Chrome per scovare gli URL fake e i siti farlocchi

Chrome dispone di una funzione sperimentale che consente di individuare gli URL fake e i siti fasulli.

Gli ingegneri di Google stanno sperimentando su Chrome una funzione che dovrebbe agevolare gli utenti nello smascheramento dei siti fake. Quelli che assomigliano agli originali, ma differiscono per qualche piccola variazione nell’URL. In alcuni casi cadere in errore non ha gravi effetti collaterali, se non costatare che ci si trova davanti a un sito diverso, in altri invece si può incorrere in malware o vere e proprie truffe informatiche. Nello specifico si parla quindi di “typosquatting” dei domini oppure “attacchi omografici”.

Ebbene, in Chrome Canary 70, ovvero la versione per sviluppatori, è comparsa in test la funzione chiamata “Navigation suggestions for lookalike URLs”: praticamente suggerimenti per indirizzi URL somiglianti. Una volta attivata tramite questa pagina “chrome://flags/#enable-lookalike-url-navigation-suggestions” viene mostrato un menu a tendina sotto la stringa degli indirizzi che domanda se per caso si intenda un altro URL (più attendibile) rispetto a quello digitato. Ad esempio digitando “www.tonshw.it”, il suggerimento potrebbe essere “Do you mean to go to http://www.tomshw.it?”.

Chrome sfrutta il punteggio di “Site engagement”, quindi i siti di nicchia e con meno traffico potrebbero essere esclusi. Comprensibile dato che il sistema di fatto nasce per proteggere gli utenti dalle grandi truffe.

La funzione non sembra essere ancora affidabile al 100%, ma il suo rilascio non è ancora stato annunciato. Volendo può essere abilitata anche nella versione stabile di Chrome, però non sembra fornire risultati ancora.