Tom's Hardware Italia
Schede Grafiche

Gigabyte RTX 2060 Gaming OC recensione


Gigabyte RTX 2060 Gaming OC
Architettura
Nvidia Turing
Numero Core
1920
Freq. Base GPU
1365 MHz
Quantità memoria
6 GB
TDP
160 W
Recensione della Gigabyte RTX 2060 Gaming OC, scheda per giocare in Full HD e Quad HD e che offre prestazioni valide in 1080p con ray tracing attivo.

Dopo le recensioni delle varie GTX 1650, 1660 e 1660 Ti oggi torniamo a parlare della famiglia RTX, con la Gigabyte RTX 2060 Gaming OC (GV-N2060GAMING OC-6GB).

La scheda è mossa dalla GPU TU106 e offre 1920 CUDA core, 120 unità texture, 30 RT core per gestire il ray tracing e 240 Tensor core per il DLSS.

  Gigabyte RTX 2060 Gaming OC
Architettura (GPU)
Turing (TU106)
CUDA Core
1920
Tensor Core
240
RT Core
30
Texture Unit
120
Freq. base 1365 MHz
Freq. GPU Boost
1830 MHz
Memoria
6GB GDDR6 14 Gbps
Bus
192-bit
Bandwidth
336 GB/s
ROPs
48
Cache L2
3MB

Il bus è a 192 bit e la memoria, di tipo GDDR6, è presente in un quantitativo di 6 GB GDDR6 a 14 Gbps, per un bandwidth fino a 336 GB/s.

Gigabyte RTX 2060 Gaming OC: Com’è fatta

La scheda di Gigabyte misura 280 x 116,7 x 40.4 mm e pesa 810 grammi. È equipaggiata con il sistema di raffreddamento WindForce 3x, dotato di tre ventole da 80 millimetri che funzionano in modo alternato, con quella centrale che gira in senso contrario rispetto alle altre. Secondo l’azienda questa soluzione permette di risolvere il problema della turbolenza e di conseguenza migliora la dissipazione del calore.

La Gigabyte RTX 2060 Gaming OC non fa rumore quando deve gestire carichi leggeri, grazie anche alle ventole che si azionano solo una volta superati i 55 °C. Sotto alle tre ventole troviamo un radiatore con heatpipe a contatto diretto con la GPU e un heatsink dedicato alla memoria e ai MOSFET, mentre nella parte posteriore il backplate in metallo garantisce robustezza al tutto.

All’interno della scritta laterale Gigabyte troviamo i LED RGB, personalizzabili tramite il software RGB Fusion 2.0 e sincronizzabili con gli altri prodotti Gigabyte, compresi quelli della linea Aorus.

La connettività è garantita da tre DisplayPort 1.4 e una HDMI 2.0b. Manca la USB-C, quindi non potrete sfruttarla per collegare i nuovi visori VR VirtualLink.

Gigabyte RTX 2060 Gaming OC: Prestazioni

Processore Intel Core i9-9900K
Scheda madre Asus ROG Z390 Maximus XI Hero (WiFi)
RAM 2×8 GB DDR4 4133 MHz Viper 4 Steel
Alimentatore Sharkoon Silentstorm IceWind Black 750W
SSD Crucial BX300 480 GB
Dissipatore Noctua NH-U12A
Banchetto Dimastech Mini V1.0
Driver Nvidia GeForce 430.39 WHQL
AMD Radeon Adrenalin 19.4.3

Le prestazioni sono quelle a cui ci hanno abituato le varie RTX 2060, e non è una cattiva notizia. Nei giochi tradizionali la Gigabyte RTX 2060 Gaming OC si dimostra al livello della RX Vega 64, tuttavia in alcuni giochi come Far Cry e The Division il lavoro di ottimizzazione avvantaggia la GPU AMD. Se vogliamo invece fare un confronto in casa Nvidia, la RTX 2060 offre prestazioni simili a quelle di una GTX 1070 Ti e supera abbondantemente la nuova GTX 1660 Ti.

In 4K le performance sono sufficienti, ma la scheda non è adatta se si vogliono giocare i vari titoli del momento a questa risoluzione e con i dettagli grafici al massimo.

Parlando invece delle prestazioni in ray tracing, la Gigabyte RTX 2060 Gaming OC offre performance adeguate solamente il Full HD e con DLSS abilitato. A risoluzioni più alte, anche sfruttando il Deep Learning Super Sampling di Nvidia, difficilmente si riesce a raggiungere e mantenere un framerate che permetta di giocare come si deve.

Gigabyte RTX 2060 Gaming OC: Temperatura, consumi e rumorosità

I consumi sono in linea con quelli delle altre RTX 2060 provate in passato. In idle abbiamo registrato 42.9 watt assorbiti, mentre stressando la GPU con un loop di 3DMark il consumo è salito a 263,9 watt.

Anche le temperature non riservano sorprese: dopo 10 minuti di stress test la Gigabyte RTX 2060 Gaming OC si è assestata sui 70 gradi, rilevati via software.

Per rilevare la rumorosità abbiamo posizionato il fonometro a 10 cm di distanza dalla ventola centrale e perfettamente perpendicolare alla scheda. Non si tratta di misurazioni assolute, eseguite in una camera anecoica con tutte le accortezze del caso, ma servono unicamente per poter dare un metro di paragone tra tutte le schede che proveremo.

Detto questo, con le ventole a pieno regime e dopo alcuni minuti di carico, la rumorosità rilevata si è assestata a 48,6 dB. Al contrario, la misurazione in idle ha restituito un valore stabile intorno ai 39,6 dB (con ventole completamente ferme).

Gigabyte RTX 2060 Gaming OC: Conclusioni

Questa Gigabyte RTX 2060 Gaming OC non delude le aspettative e assicura le tipiche prestazioni di una RTX 2060, garantendo anche qualcosa in più rispetto alla scheda reference di Nvidia grazie alle frequenze più alte.

Parlando di ray tracing non possiamo far altro che confermare quanto detto nella recensione generale: la 2060 si posiziona come “porta d’ingresso” per la tecnologia. Offre infatti buone prestazioni con RTX abilitato ma solo in Full HD, risultando così un buon prodotto per provare questa interessante novità ma inadatto se la si vuole utilizzare a risoluzioni più alte.

In overclock, siamo riusciti a raggiungere una frequenza di 1880 MHz sul core e di 16000 MHz sulle memorie. Vi ricordiamo comunque che i risultati variano da scheda a scheda, quindi con questa stessa RTX 2060 potreste essere più o meno fortunati di noi.

Ad oggi la Gigabyte RTX 2060 Gaming OC è acquistabile a 419 euro, un prezzo adeguato se rapportato alle alternative presenti sul mercato dello stesso livello.

Se diamo uno sguardo al panorama generale possiamo trovare delle 2060 a circa 370 euro, e Gigabyte stessa offre soluzioni più economiche di questa RTX 2060 Gaming OC. La scheda da noi provata offre però un sistema di raffreddamento migliore, in grado di garantire un leggero margine di overclock e di contenere le temperature pur rimanendo silenzioso.

In definitiva, se il vostro scopo è acquistare una RTX 2060 solo per le pure prestazioni, vi conviene scegliere soluzioni meno costose. Se al contrario state cercando una scheda realizzata con attenzione e cura per i dettagli, questa RTX 2060 Gaming OC soddisferà le vostre esigenze.

Gigabyte RTX 2060 Gaming OC

La Gigabyte RTX 2060 Gaming OC è mossa dalla GPU TU106 e offre 1920 CUDA core, 30 RT, 240 Tensor core e 120 unità texture. Misura 280 x 116.7 x 40.4 mm, pesa 810 grammi ed è equipaggiata con il sistema di raffreddamento WindForce 3x, dotato di tre ventole da 80 millimetri che funzionano in modo alternato, con quella centrale che gira in senso contrario rispetto alle altre, in modo da risolvere il problema della turbolenza e di conseguenza migliora la dissipazione del calore.

 


Verdetto

Questa Gigabyte RTX 2060 Gaming OC è una scheda video valida, che permette di giocare bene in Full HD e Quad HD e, abbassando leggermente i dettagli grafici, anche in Ultra HD. Gli RT core garantiscono il supporto al ray tracing, ma abilitando la tecnologia l'esperienza di gioco sarà soddisfacente solo in Full HD. Il sistema di raffreddamento è ottimo e garantisce silenziosità e temperature contenute. Buoni anche i consumi, in linea con quelli delle altre RTX 2060 provate.

Pro

Buone prestazioni in Full HD e Quad HD; silenziosa; permette di giocare in Full HD con ray tracing attivo; sistema di raffreddamento valido.

Contro

Per giocare in 4K bisogna diminuire la qualità; poco margine di overclock.