Software

GNOME OS pensa a smartphone e tablet ma non solo

Gli sviluppatori di GNOME sono al lavoro su una propria distribuzione Linux, un sistema operativo dedicato agli sviluppatori e pronto per l'espansione nel mondo degli smartphone e dei tablet. L'informazione non è del tutto nuova, soprattutto per chi segue il mondo open source, ma sono emersi alcuni dettagli interessanti.

Li ha raccontati Allan Day, che si occupa di progettare l'interfaccia e l'UX, non prima di ricordare che la creazione di GNOME OS non significa che verrà a mancare il sostegno al progetto GNOME. Quest'ultimo, per i meno avvezzi, è l'interfaccia grafica di molte distribuzioni Linux, storica alternativa a KDE. L'ultima versione, GNOME 3, ha ricevuto pesanti critiche da molte direzioni, ma ciò non ha impedito al progetto di continuare la propria evoluzione.

GNOME

In effetti l'obiettivo principale di GNOME OS è fornire agli sviluppatori un ambiente stabile e affidabile dove creare i propri progetti, o almeno quelli dedicati a GNOME. Per questo si darà un particolare rilievo ad API ed SDK e alla loro stabilità, ma anche alla correzione di problemi noti in GNOME, tramite un più facile intervento sul codice.

Il progetto GNOME OS dà inoltre una grande rilevanza ai touchscreen di tablet e smartphone. Una scelta relativamente scontata, visto il gran numero di dispositivi che si vendono ogni giorno. Desktop e notebook restano al centro degli interessi di GNOME, ma non mancherà la compatibilità con il nuovo hardware.

Alcuni potrebbero pensare che non si tratta a conti fatti di un sistema operativo, ma di una nuova incarnazione di GNOME 3, che dopotutto non ha mai perso l'etichetta "lavori in corso". La definizione di SO tuttavia è sfuggente, e abbastanza elastica da accogliere molte cose.

###old1149###old

Non resta che attendere per vedere se l'appassionata comunità raccolta intorno a GNOME riuscirà a superare la recente tormenta con gli alberi intatti, per poi spiegare le vele e farsi spingere da nuovi venti carichi di novità.