Schede Grafiche

I miner non comprano schede video, AMD paga pegno

Dopo aver sfiorato la quota del 35%, AMD fa un passo indietro nel mercato delle schede video dedicate, consentendo a Nvidia di riportare la propria quota più vicina 70%. È questa la situazione, relativa al secondo trimestre dell'anno (Q2 2018), fotografata da Jon Peddie Research.

Nei tre mesi presi in esame AMD ha strappato una quota di mercato del 30,9%, con il restante 69,1% nelle mani di Nvidia. Per la casa di Sunnyvale si tratta di un arretramento del 4% sul trimestre precedente, ma il confronto con lo stesso periodo dello scorso anno è positivo, seppur di poco (30,3%).

Produttore GPU Quota Q2 2018 Quota Q1 2018 Quota Q2 2017
AMD 30,9% 34,9% 30,3%
Nvidia 69,1% 65,1% 69,7%
Totale 100% 100% 100%

"Il Q2 è un trimestre storicamente di calo rispetto al primo. Abbiamo registrato un calo del 28%, che è inferiore del -18,2% alla media decennale del 9,8%, un dato molto basso se confrontato al mercato dei PC desktop, che tra il Q1 e il Q2 ha visto una contrazione del 3,4%", scrivono gli analisti di Jon Peddie Research.

"Su base annua abbiamo riscontrato che il totale delle consegne nel mercato AIB durante questo trimestre è calato del 5,7%, mentre i PC desktop sono saliti dell'8,8% per lo stesso trimestre di un anno fa. Questa discrepanza riflette l'indebolimento del mercato del mining delle criptovalute".

Già, le "cripto". Il passaggio di Ethereum dal sistema Proof of Work (PoW) a quello Proof of Stake ha drasticamente ridotto la necessità di avere un quantitativo esagerato di CPU/GPU. AMD, più di Nvidia, ha subito l'impatto di questo cambiamento.

Le schede Radeon erano tra le preferite dai miner, e hanno spinto le quote di AMD dalla seconda metà del 2017 fino al Q1 2018 più di quanto avvenuto per quelle di Nvidia. Si può quindi spiegare così il netto arretramento trimestrale. D'ora in avanti, come dichiarato da Nvidia a margine dell'ultima trimestrale, il mercato delle schede video gaming non sarà più "drogato" dagli acquisti dei miner, e quindi potremo vedere gli effettivi rapporti di forza.

Non che non siano già chiari: Nvidia è senza dubbio la forza dominante del settore e potrebbe rafforzare la propria posizione nei prossimi mesi. Dopo oltre due anni, la casa di Sunnyvale inizierà nelle prossime settimane a rinnovare l'offerta di schede video per il gaming con le nuove GeForce RTX, il cui arrivo a metà settembre è stato anticipato con una presentazione alla Gamescom 2018.

geforce

Per quanto riguarda AMD, non sono del tutto chiari i piani futuri sul fronte gaming. Non ci sono certezze. Sappiamo che l'azienda sta mettendo a punto una GPU Vega a 7 nanometri, anzitutto destinata al mercato HPC, e che il nuovo boss della divisione RTG ha paventato l'intenzione di portare sul mercato nuovi prodotti con cadenza annuale.

Senza dubbio vedremo nuove GPU AMD, anche a 7 nanometri, nel settore gaming. Attualmente non sappiamo "quando" e soprattutto "cosa": potrebbe arrivare un die shrink di Vega a 7 nanometri, potremmo trovarci ad aspettare più a lungo per le GPU Navi oppure assistere a qualche sorpresa – si è parlato anche di un possibile progetto Polaris 30 come "tappabuchi". Non ci sono informazioni affidabili in questo momento, quindi vi invitiamo a seguirci per conoscere le novità del settore.


Tom's Consiglia

Dopo mesi di acquisti rimandati per i prezzi troppo alti, finalmente le schede video stanno tornando tutte a prezzi di mercato. Puoi acquistare una XFX RX 580 da 8 GB a meno di 300 euro.