Software

Il nuovo Microsoft Edge è trasformista, si spaccia per altri browser

La nuova versione del browser Microsoft Edge basata su Chromium è ancora in via di sviluppo, ma ogni giorno matura e probabilmente nei prossimi mesi si arriverà alla prima versione stabile. Microsoft non sta semplicemente copiando Chrome cambiandone l’interfaccia, ma sta lavorando per implementare caratteristiche uniche e altre novità.

Tra queste, come riportato da Bleeping Computer, la nuova versione è in grado di “impersonare altri browser a seconda del sito che si sta visitando”, almeno sulla base di quanto emerso dall’analisi di una versione “Canary”.

Non è chiaro il motivo alla base di questa capacità, ma probabilmente ci sono semplici ragioni di compatibilità. Esistono infatti pagine che sono renderizzate meglio su Google Chrome, o servizi video che sono gestiti meglio dal vecchio Edge grazie alla possibilità di sfruttare i DRM Microsoft come PlayReady.

Così in casa Microsoft hanno pensato a una nuova versione del browser in grado di cambiare il proprio User Agent in modo automatico per prendere l’identità di un altro browser. Intendiamoci, non è una cosa “fantascientifica”: ci sono guide online su come cambiare lo User Agent del browser, ed esistono anche estensioni per farlo più velocemente.

Ne parliamo semplicemente perché da una parte è interessante seguire il lavoro di Microsoft per recuperare terreno nel mondo dei browser e dall’altra perché c’interessa “tracciare” le novità che via via l’azienda sta implementando nel nuovo browser.

Lo User Agent non è altro che ha stringa di informazioni che è inviata a un sito web dal browser, in modo che il sito identifichi di quale software si tratti. Questo consente al sito di cambiare dinamicamente il modo in cui è visualizzato o le funzionalità offerte a chi lo visita.

Come illustrato dal Bleeping Computer, all’avvio il nuovo Edge si connette a config.edge.skype.com e scarica una configurazione JSON per il browser. Il file contiene varie impostazioni di configurazione che il browser usa quando è in funzione, ma anche una serie di regole che specifica quale browser il nuovo Edge deve impersonare quando incontra un sito in particolare.

Attualmente Microsoft dice al nuovo Edge che deve prendere le sembianze del vecchio Edge quando visita siti come netflix.com, hbonow.com, hbogo.com, napster.com e sling.com, cambiando lo user agent in “Mozilla/5.0 (Windows NT 10.0; Win64; x64) AppleWebKit/537.36 (KHTML, like Gecko) Chrome/64.0.3282.140 Safari/537.36 Edge/18.17763”.

Differente invece il comportamento con facebook.com, messenger.com e stan.com.au, dove il browser si presenta come se fosse Google Chrome, impostando lo User Agent “Mozilla/5.0 (Windows NT 10.0; Win64; x64) AppleWebKit/537.36 (KHTML, like Gecko) Chrome/75.0.3763.0 Safari/537.36”.

Per tutti gli altri indirizzi c’è invece uno User Agent di default che attualmente è “Mozilla/5.0 (Windows NT 10.0; Win64; x64) AppleWebKit/537.36 (KHTML, like Gecko) Chrome/75.0.3763.0 Safari/537.36 Edg/75.0.131.0”.

Nei giorni scorsi Microsoft ha anche aggiornato la versione Dev del nuovo Edge in via di sviluppo portandola alla numero 75, cosa che la rende anche compatibile con i sistemi a 32 bit. Se anche voi siete curiosi di provare il nuovo Edge, seguire e partecipare allo sviluppo, non vi resta che scaricare una versione di prova da questo indirizzo. Lì troverete al momento solo le versioni Edge “Developer” e “Canary”: la prima si aggiorna settimanalmente, la seconda ogni giorno.