Tom's Hardware Italia
CPU

Intel Skylake-X nelle mani degli overclocker, primi test

Nonostante la pasta termoconduttiva abbia sostituito la saldatura fluxless, nelle mani degli overclocker i processori Skylake-X hanno sbriciolato le performance dei Broadwell-E infrangendo i record precedenti.

Intel nei giorni scorsi ha presentato la nuova lineup di processori HEDT (High End DeskTop) composta da nove modelli suddivisi in due famiglie che condividono il medesimo socket LGA 2066 e lo stesso chipset X299.

Fanno parte della famiglia Kaby Lake-X le proposte "entry level" Core i5-7640X (4 core/4 thread @4-4,2 GHz) e Core i7-7740X (4 core/8 thread @ 4,3-4,5 GHz) mentre appartengono alla famiglia Skylake-X tutti i modelli che vanno dal Core i7-7800X (6 core/12 thread @3,5-4 GHz) al Core i9-7980XE (18 core/36 thread).

core i9 family

Per tutti questi processori Intel si è affidata a un processo produttivo a 14nm di seconda generazione che permette di aumentare le frequenze mantenendo i consumi e il calore generato entro limiti accettabili. Basti dire che il modello di punta Core i9-7980XE ha un TDP di 165W, 25W in più di quanto dichiarato per il precedente top di gamma Core i7-6950X che, tuttavia, era "limitato" a 10 core/20 thread @ Max 4,00 GHz.

intel core i9 x series 01

Nonostante queste proposte non siano ancora sugli scaffali, alcuni overclocker hanno già avuto la possibilità di metterci mano. Fra i primi citiamo il tedesco dar8auer che, come vi abbiamo anticipato ieri, ha effettuato il delidding di diversi processori mostrando che Intel ha scelto una normale pasta termoconduttiva invece della saldatura fluxless usata fino alla serie precedente. Questo non ha comunque scoraggiato gli overclocker, che hanno già raggiunto risultati interessanti.

Intel Core i9 7900X vs Core i7 6950X CPU Z Performance Benchmark
Clicca per ingrandire

Prima di arrivare ai risultati, durante il Computex un overclocker ha usato il benchmark sintetico di CPU-Z per mettere a confronto i risultati in single e multi thread del Core i7-7900X e del precedente 6950X entrambi a frequenze stock. Nonostante si tratti di processori abbastanza simili (hanno 10 core e 20 thread), l'i7-7900X ha fatto segnare in single thread 527 punti contro i 430 del predecessore (+22,5%) di cui solo una parte è dovuta alla frequenza superiore garantita dal Turbo Boost 3.0. In multi-thread il distacco è meno evidente (5.198 punti contro 5.030) ma considerando le prestazioni superiori e il prezzo di gran lunga inferiore, l'i7-7900X è sicuramente molto più interessante.

Intel Core i9 7900X Cinebench R11 5 record
Clicca per ingrandire
Intel Core i9 7900X Cinebench R15 record
Clicca per ingrandire

Nelle stesse ore, l'overclocker Elmor ha spinto un altro Core i7-7900X a oltre 5,7 GHz con un raffreddamento ad azoto liquido. Grazie alla frequenza più elevata, l'i7-7900X ha infranto una lunga serie di record ottenuti con processori decacore fra cui quello di Cinebench R15 (3.181 punti) e Cinbench R11.5 (34,79 punti). Duranti questi test, il processore è stato spinto fino alla soglia di 5,8 GHz usando una Asus Rampage VI Apex X299 e memoria G.Skill TridentZ, che si confermano la scelta preferita degli overclocker.

Intel Core i9 7800X OC Cinebench Performance
Clicca per ingrandire

Al Computex c'è stato spazio anche per l'i7-7800X. Nelle mani dell'overclocker "SHIMIZU" questo processore a 6 core e 12 thread ha toccato 5.755 MHz facendo segnare il record di 1.918 punti in Cinebench R15. Si tratta di un processore molto interessante grazie all'incremento dell'IPC, alla cache L2 da 1 MB associata ad ogni singolo core fisico e, infine, a un prezzo abbastanza contenuto (389 dollari) e un TDP di 140W che non rappresenta un problema per nessun sistema recente.


Tom's Consiglia

Scopri i processori Intel Core su Amazon.