Storage

iTwin trasforma i computer in cloud server

Pagina 1: iTwin trasforma i computer in cloud server

Il cloud personale dal computer di casa

Le due chiavette USB che compongono iTwin a un primo sguardo sembrano due banali Pen Drive. In realtà sono due semplici ma sofisticati strumenti di comunicazione. iTwin infatti permette di mettere in contatto due computer, quale che sia la distanza che li divide; l’unica premessa è che siano  collegati entrambi a Internet e che usino sistemi operativi Windows e/o Mac OS X.

Il sistema è decisamente user frienldy e la sicurezza è garantita da una cifratura AES a 256 bit (Esperimento: decifrare una password usando la scheda grafica).

A questa si unisce la garanzia data dal fatto che le pennine sono di fatto dei token con ID univoco. Ovvero, ogni iTwin ha un suo codice e comunica solo ed esclusivamente con la gemella a cui è stata in precedenza associata.

L’installazione è immediata. Per accoppiare le due chiavette basta estrarle dalla confezione, incastrarla l’una nell’altra e inserirle in un computer. Appena s’inserisce la chiavetta in un computer collegato a Internet, iTwin verifica la presenza di aggiornamenti per la piattaforma in uso. Se necessario, installa l’ultima versione del software di gestione. Trattandosi di oggetti che possono gestire il trasferimento di dati molto sensibili, apprezziamo il fatto che l’updater sia efficiente e automatico.

Il secondo passo è inserire e lasciare inserita una delle metà in un computer di casa e decidere quali file o cartelle condividere. Il sistema è selettivo, si mette in rete solo quello che si decide. Chi vuole avere online tutto il contenuto del computer fa comunque in fretta; gli basta trascinare le icone di tutte le partizioni sulla cartella iTwin Folder Local e il gioco è fatto.

Il sistema crea link simbolici e non copia i file, quindi ovviamente non si non occupa spazio aggiuntivo su disco.

Dal momento in cui si attua la condivisione, a prescindere che ci si trovi sotto proxy, firewall, LAN locale di Fastweb o altre configurazioni di rete scomode, qualsiasi computer in ogni parte del mondo in cui si inserirà la seconda metà di iTwin avrà accesso a tutti i file condivisi. L’infrastruttura iTwin, che gestisce tutte le pennine del mondo, a sua volta è ospitata sui server relayng di Amazon. Quindi è praticamente sempre online e raggiungibile alla massima velocità. I server servono a mettere in comunicazione le due chiavette ma nessun dato passa dai server Amazon o vi viene conservato.