CPU

Ashes Of The Singularity: Escalation

Pagina 2: Ashes Of The Singularity: Escalation

Nvidia GeForce GTX 1080

Ashes of the Singularity è stato uno dei primi titoli per ricevere una patch che lo ottimizzasse per Ryzen. Sembra che la potenza del processore sia sempre il vostro collo di bottiglia se state usando una GeForce GTX 1080 a 1920×1080. Come potete vedere, il Core i9-7980XE con 18 core / 36 thread ha un chiaro vantaggio sul resto del gruppo, mentre il Core i9-7900X con 10 core / 20 thread ottiene la seconda posizione.

aots 01
aots 02
aots 04
aots 05
aots 03

Il benchmark scala bene all'aumentare dei core, mettendo l'accento su alcune transizioni generazionali della gamma Intel. Il Core i7-8700K con 6 core / 12 thread mostra il grande salto in avanti rispetto al Core i7-7700K di precedente generazione (4 core / 8 thread), che fondamentalmente è al livello del Core i5-8600K. Il Core i3-7350K (e ogni CPU al di sotto nel grafico) fatica moltissimo in questo test.

Nvidia GeForce GTX 1070

Passando alla GeForce GTX 1070 vediamo che Core i9-7980XE e Core i9-7900X forniscono prestazioni quasi identiche, mentre il resto del gruppo scala come da aspettative.

aots 06
aots 07
aots 08
aots 09
aots 10

Il Core i7-7700K e la maggior parte dei processori che lo seguono offrono prestazioni molto simili a quelle che garantiva con una GTX 1080. Osserviamo una differenza di 2,3 FPS tra il Core i5-8600K con le due diverse schede, ma sembra essere un'eccezione. Differenze così piccole difficilmente rendono sensato passare alla GTX 1080 in questo titolo e a questa risoluzione.

Nvidia GeForce GTX 1060

I limiti della GTX 1060 sono chiari, anche in questo test legato alla CPU. Il Core i9-7980XE mantiene comunque la leadership rispetto al resto del gruppo.

aots 11
aots 12
aots 13
aots 14
aots 15

A questo punto il collo di bottiglia grafico emerge con prepotenza, spingendo la GTX 1060 ai propri limiti. Di conseguenza il Core i9-7900X e il Core i7-8700K perdono alcune posizioni.

È possibile che un carico più leggero non spinga a sufficienza i core affinché questi mantengano i livelli di Turbo Boost più alti. In questo caso anche la frequenza dell'uncore scende, rallentando le frequenze di cache e ring bus e riducendo le prestazioni. Vedremo questo fenomeno anche in altri titoli.

Rispetto ai risultati ottenuti con la GTX 1080, vediamo prestazioni simili per ogni CPU sotto il Core i5-8600K, a dimostrazione che i processori di fascia inferiore sono ancora il collo di bottiglia.