Software

Linaro mette il turbo-software ad Android 4

Il progetto Linaro sembra essere riuscito a migliorare le prestazioni di Android 4 tra il 30% e il 100% a seconda delle funzioni. In pratica l'organizzazione non-profit che è stata fondata da ARM, Freescale, IBM, Samsung, ST-Ericsson e Texas Instruments nel 2010, per fruttare al meglio le sinergie tra Linux, gli ultimi System-on-Chip (SoC) e i prodotti mobili, sostiene di aver colto nel segno.

Android con il turbo

Il team di sviluppatori si è concentrato su più fronti, come la qualità della gestione hardware nella architetture ARM e l'implementazione di tool sempre più potenti. Non è un caso quindi che questo risultato sia stato raggiunto abbinando ad Android 4 l'ultimo GCC (GNU Compiler Collection) toolchain.

La nota interessante è che Google ha talmente apprezzato il lavoro di Linaro che dall'anno scorso ha iniziato a segnalare alcune di queste soluzioni nell'Android Open Source Project. E di conseguenza alcuni sviluppatori le stanno adottando con ottimi risultati.

Il test di Lilliputing – clicca per ingrandire

Entrando nei dettagli, stando a quanto riporta Liliputing, i miglioramenti sarebbero dovuti alla fusione con CyanogenMOD, una ROM per Android piuttosto conosciuta e caratterizzata da un classico lavoro di sviluppo basato sulla community. Le prime patch Linaro per Galaxy Nexus ad esempio sono disponibili da questa settimana.