Stampanti

L’iPad diventa uno scanner 3D, raccolta fondi da record

Ecco un oggetto che potrebbe davvero fare il botto quando arriverà sul mercato, e cioè a febbraio dell'anno prossimo, se i tempi ipotizzati saranno rispettati. È un piccolo scanner 3D da usare con iPad. Dimensioni ridotte ma grandi prestazioni, a giudicare dalla scheda tecnica che illustra lo Structure Sensor.

Il progetto, proposto appena ieri sulla piattaforma di crowdfunding KickStarter, ha già raccolto 300mila dollari, cioè più del triplo del denaro necessario. E al termine della campagna mancano ancora quarantaquattro giorni! Cosa farà lo scanner 3D portatile?  Sarà in grado di creare un'immagine tridimensionale dettagliata di qualsiasi oggetto inquadrato e ripreso. Il file sarà poi elaborato ed eventualmente riprodotto con una stampante 3D.

Molto più di un gadget, dunque. Oggetto da lavoro e anche per avere un nuovo approccio con la realtà aumentata. Non proprio alla portata di tutti: costa 329 dollari, più altri 35 per farselo spedire dagli Stati Uniti.

Structure Sensor va a sistemarsi davanti all'obiettivo della fotocamera dell'iPad 4, e il collegamento avviene tramite cavo Lightning. La batteria garantisce l'uso per quattro ore, più 1000 di standby, mentre lo scanner fa lavorare insieme i suoi due sensori LED a infrarossi e la videocamera del tablet (in bianco e nero, per esaltare la profondità di campo). Si possono creare così mappe tridimensionali del corpo umano, di ambienti e singoli oggetti. Il campo di azione va da 40 centimetri a 3,5 metri, e le applicazione dedicate permettono di esportare i modelli in formato CAD o per la stampa 3D. 

iPad 4 e iOS sono soltanto l'inizio. La startup Occipital sta già pensando a far funzionare il suo scanner 3D anche con Android, Linux, Windows e OS X e dunque su una vasta gamma di dispositivi.