Raffreddamento

Raffreddare a liquido RTX 2080 e 2080 Ti? EK punta sull’alluminio

La slovena EKWB ha ampliato la sua linea di prodotti Fluid Gaming con un nuovo waterblock, compatibile con le recenti Nvidia GeForce RTX 2080 e 2080 Ti.

Il nuovo blocco di raffreddamento per GPU è stato progettato sulle Founders Edition, tuttavia è compatibile con qualsiasi scheda basata su un PCB uguale a quello dei modelli reference. Utilizzare un sistema di raffreddamento di questo genere è la scelta giusta se si vuole spremere al massimo la propria GPU e ottenere le migliori prestazioni possibili, anche in termini di overclock.

L’idea dietro la linea Fluid Gaming è quella di un prodotto con buone performance e dal prezzo contenuto. Per abbattere i costi EK si è affidata, in fase di costruzione, all’alluminio anziché al rame.

Anche se la conduttività termica dell’alluminio è minore, la differenza di temperatura non è poi così marcata, tuttavia costringe ad usare solamente componenti per il raffreddamento anch’esse in alluminio, per evitare la corrosione. La buona notizia, quantomeno per chi vuole risparmiare, è che i sistemi in alluminio costano meno rispetto a quelli in rame.

Per questo motivo EK consiglia di usare il nuovo waterblock per RTX 2080 e 2080 Ti solamente con altri prodotti della linea Fluid Gaming, progettati appositamente per evitare qualsiasi problema relativo alla corrosione dei componenti.

Il blocco di raffreddamento è dotato anche di LED RGB addressable, sincronizzabili con i software più comuni come Asus Aura Sync, Gigabyte RGB Fusion, MSI Mystic Light e ASRock Polychrome RGB. Se siete interessati all’acquisto, il prodotto è identificato dal nome EK-AC GeForce RTX e lo trovate sul sito ufficiale di EK a circa 110 euro.

Volete raffreddare come si deve tutto il vostro sistema, SSD compreso? Date un’occhiata a questa soluzione di EKWB, pensata appositamente per unità M.2-2280.