Software

Microsoft, presto caricamenti più veloci su PC grazie a questa tecnologia di Xbox Series X

Nel corso dello scorso anno, Microsoft aveva promesso di portare le sue API DirectStorage, attualmente utilizzate esclusivamente sulla sua console da gioco Xbox Series X, su PC. L’azienda deve ancora rivelare tutti i requisiti hardware di DirectStorage, ma, stando ad una recente presentazione agli sviluppatori, sembra che qualsiasi PC ragionevolmente moderno a livello di GPU e SSD sarà in grado di supportarle.

Microsoft DirectStorage API

Le API DirectStorage di Microsoft sono state realizzate per un preciso obiettivo: ridurre il carico della CPU quando si tratta di trasferimento di dati dall’SSD NVMe, salvando preziosi cicli di clock per altri carichi di lavoro. Per fare ciò, le API inviano grandi quantità di richieste I/O in parallelo con un intervento minimo da parte del sistema operativo per ridurre il carico della CPU e l’overhead per richiesta. Ciò offre alle applicazioni un controllo più puntuale su quando ricevono le notifiche inerenti al completamento delle richieste di operazioni di I/O, invece di dover rispondere singolarmente a ciascuna. Poiché Microsoft controlla il set di funzionalità della sua console Xbox Series X, integrare DirectStorage su questo sistema è stato piuttosto semplice. Ma i PC utilizzano componenti variegati, quindi l’aggiunta del supporto DirectStorage ai sistemi Windows 10 richiede più tempo, progettazione e test.

La compagnia di Redmond deve ancora rivelare ufficialmente i requisiti hardware di DirectStorage. Tuttavia, uno sviluppatore di software che ha assistito ad una presentazione, e ne ha persino condiviso alcune slide, ha affermato in un post su Reddit che le nuove API saranno supportate da tutte le GPU e SSD compatibili con DirectX 12 su interfaccia PCIe 3.0. Sfortunatamente, al momento non è chiaro se tutte le versioni del protocollo NVMe saranno supportate o se gli SSD dovranno offrire specifiche prestazioni (ad esempio una determinata velocità minima di lettura e/o scrittura).

Il supporto di DirectStorage su Windows 10 migliorerà in modo significativo le prestazioni di archiviazione e ridurrà i tempi di caricamento nei giochi che supportano queste API (sicuramente quelli che già da ora sono ottimizzati per Xbox Series X). Allo stato attuale, tuttavia, non ci resta altro che attendere ulteriori informazioni ufficiali da parte di Microsoft.

Avete bisogno di una licenza di Windows 10 Pro per il vostro nuovissimo PC da gaming? Su Amazon è disponibile a pochi euro, non perdetevela.