Software

Microsoft, uno strumento che blocca i Service Pack

Dopo averne svelato le caratteristiche attraverso il blog degli sviluppatori, Microsoft ha rilasciato ufficialmente i dettagli del Service Pack 1 per Windows Vista. Elenchiamo di seguito alcuni punti chiave dell'aggiornamento, divisi per categoria.

Sicurezza

  • Migliorata la sicurezza con cui alcuni software potranno comunicare con il Windows Security Center
  • Incrementata la sicurezza nell'utilizzo di programmi e desktop remoti. Ora sarà possibile firmare i file del  Remote Desktop Protocol (RDP).
  • Aggiunto un Elliptical Curve Cryptography (ECC) pseudo-random number generator (PRNG) alla lista degli PRNG già disponibili in Vista.
  • Migliorerato il BitLocker Drive Encryption (BDE) per offrire un metodo di autenticazione multifattore che combina una chiave di protezione del Trusted Platform Module (TPM) con una chiave di avvio immagazzinata in un dispositivo di archiviazione esterna e un numero PIN.

Affidabilità

  • Migliorata l'affidabilità e compatibilità con Windows Vista quando vengono utilizzate le nuove schede grafiche in diversi scenari e configurazioni.
  • Migliorata l'affidabilità quando vengono utilizzati display esterni sui notebook.
  • Migliorata l'affidabilità per la configurazione delle reti.
  • Aumentata l'affidabilità di un sistema aggiornato a Vista da XP.
  • Aumentata la compatibilità con molti driver per stampanti.
  • Aumentata l'affidabilità e le prestazioni di Windows Vista con le modalità di stand by e ripresa dallo stand by.

Prestazioni

  • Incrementata la velocità di copia ed estrazione dei file.
  • Velocizzata la ripresa dalla modalità Ibernazione.
  • Aumentate le prestazioni dei PC appartenenti a un dominio quando funzionanti fuori dal dominio.
  • Aumentata l'autonomia della batteria riducendo l'utilizzo della CPU ed evitando il refresh continuo dello schermo.
  • Eliminato un problema riguardante la navigazione in cartelle di rete condivise che attualmente consuma molto bandwidth senza offrire le prestazioni attese. 

Questi sono alcuni dei miglioramenti attesi con il Service Pack 1 di Windows Vista. Per chi fosse interessato ad approfondire la questione, consigliamo il download e la lettura dei comunicati presenti a questo indirizzo.

Tuttavia installare un Service Pack non è mai un'azione da compiere alla leggera, soprattutto se siete tra i primi a farla. È buona regola infatti aspettare qualche giorno, raccogliere più pareri possibili e capire se è il caso o meno di procedere con l'installazione. Non è difficile ricordare alcuni problemi di gioventù di alcuni Service Pack precedenti.

Per chi cura rete di computer su un ambiente di lavoro, aggiornare i computer è un'operazione delicata che potrebbe compromettere mesi di lavoro e creare problemi ai dipendenti. Per questo motivo Microsoft ha rilasciato il Windows Service Pack Blocker Toolkit, uno strumento che permette di posticipare l'installazione automatica di Windows Vista SP1 e Windows Server 2003 SP2 di un anno. In questo lasso di tempo gli interessati potranno testare il pacchetto di aggiornamento su sistemi ad hoc, rimanendo al riparo da possibili e indesiderate installazioni automatiche.