Software

Nuovi dettagli su Snow Leopard

AppleInsider ha pubblicato un articolo su Mac OS X 10.6 (Snow Leopard), svelandoci qualche nuovo dettaglio della prossima versione del sistema operativo Apple.

Innanzitutto, Snow Leopard sarà dotato di un kernel a 64 bit "completo".

Com'è accaduto con le modifiche al kernel di Vista, molti driver andranno riscritti, ma si tratterà di un lavoro molto meno impegnativo, poiché il sistema gira solo su un numero limitato di sistemi, prodotti dalla stessa Apple. Si attendono miglioramenti tanto nelle prestazioni del sistema quanto in quelle delle applicazioni.

La versione attuale del sistema è già compatibile sia 32 che 64 bit, ma ora l'impostazione predefinita sono i 64 bit, e i 32 quella opzionale. Sembra il primo passo di una migrazione definitiva ai 64 bit, la stessa cosa che ci si attende da Microsoft.

Il nuovo kernel, infine, sarà scritto per sfruttare la potenza dei core multipli e delle GPGPU, grazie a OpenCL. Anche Quick Time sarà migliorato, insieme a Safari 4.0 e il suo motore SquireFish Extreme.

Come Microsoft, anche Apple punta sul cloud computing e sull'applicazione come servizio online. A differenza di Microsoft, però, Apple ha scelto di seguire la strada dell'open source, insieme a Google.

Apple permetterà agli sviluppatori di lavorare sui trackpad multitouch presenti su tutti i notebook Apple, quindi è lecito aspettarsi molte novità nel campo tattile.

Snow Leopard funzionerà grazie al file system ZFS di Sun, che permette di gestire facilmente ridondanza, correzione automatica degli errori e altre funzioni.

Passando dai fatti alle voci, si parla di un nuovo aspetto grafico per Snow Leopard, e anche di nuove funzioni per MobileMe, mirate a migliorare la sincronia tra dispositivi e computer.

Apple non ha distribuito una beta pubblica di Snow Leopard, né lo farà. Il sistema sarà reso noto al pubblico quando sarà definitivamente pronto.