Computer Portatili

Nvidia presenta le novità dedicate ai laptop: RTX SUPER e nuovo design Max-Q in arrivo [AGGIORNATA]

Aggiornamento 06/04/2020

Nvidia ha comunicato i prezzi per l’Italia dei nuovi portatili: si parte da 1199 euro IVA inclusa per portatili equipaggiati con RTX 2060, con disponibilità sempre a partire dal mese di aprile, come scritto originariamente nella notizia.

Articolo originale

Nvidia ha annunciato ufficialmente la gamma di GPU che faranno parte dei computer portatili gaming (e non solo) che vedremo in questo 2020. Iniziamo subito col dire che le novità non sono pocheabbiamo modelli targati SUPER, nuove entrate nella fascia medio bassa e un design Max-Q totalmente rinnovato. 

Partiamo subito parlando delle novità del design Max-Q. Nvidia ha voluto concentrare la propria attenzione su 5 punti fondamentali: il supporto al DLSS, una nuova versione della tecnologia Nvidia Optimus, l’introduzione di memorie GDDR6 a basso voltaggio, una maggior efficienza energetica (raddoppiata rispetto ai laptop del 2017) e la tecnologia Dynamic Boost. 

Per sviluppare Dynamic Boost Nvidia è partita da un concetto molto semplice: le prestazioni erano limitate dalla capacità imposta dal sistema del computer portatile in questione. Serviva qualcosa che permettesse di andare oltre questi limiti, per permettere alla GPU di offrire il massimo in termini di prestazioni. Dynamic Boost fa proprio questo: quando necessario aumenta il TGP della GPU fino a un massimo di 15W, permettendo alla scheda video di garantire le performance di cui abbiamo bisogno in quel momento: secondo i test svolti internamente da Nvidia su alcuni giochi, Dynamic Boost offre un incremento prestazionale vicino al 10%.

La tecnologia è totalmente automatica e si regola in base al carico di lavoro: se stiamo eseguendo un programma che “pesa” molto sulla GPU, Dynamic Boost come detto aumenterà il TGP della scheda video di un massimo di 15W. Al contrario, se il software in funzione è basato sulla CPU, Dynamic Boost andrà ad abbassare il TGP della scheda video sempre di 15W, in modo da garantire maggiori prestazioni di raffreddamento al processore.

Novità anche per Nvidia Optimus, la tecnologia che permette al notebook di passare in maniera automatica dalla GPU integrata a quella discreta a seconda del carico da gestire. La nuova versione di Nvidia Optimus garantisce una latenza migliorata e, novità più interessante, supporta display G-Sync con pannelli fino a risoluzione 4K e con una frequenza d’aggiornamento di 120 Hz. Queste novità permettono di creare computer portatili performanti e con un’ottima durata della batteria, grazie al Dynamic Display Switch che gestisce le due GPU presenti all’interno del sistema.

Tra le novità abbiamo citato anche il DLSS, altra funzionalità chiave per le nuove schede video Max-Q. Grazie al DLSS infatti si potrà migliorare l’efficienza energetica aumentando la durata della batteria del 20%, così da giocare più a lungo anche in mobilità.

La lineup 2020 offerta da Nvidia prevede 7 schede video, tutte inserite in computer portatili gaming con un prezzo che parte dai 699 dollari e che dovrebbero essere disponibili a partire dal mese di aprile. La famiglia di GPU comprende le già note GTX 1650, GTX 1660 Ti, RTX 2060 e RTX 2070, ma va aggiungere novità come la GTX 1650 Ti, la RTX 2070 SUPER e la RTX 2080 SUPER. Qui sotto vi lasciamo una tabella riepilogativa delle specifiche tecniche di tutte le schede.

RTX 2080 SUPER RTX 2070 SUPER RTX 2070 RTX 2060  GTX 1660 Ti GTX 1650 Ti GTX 1650
CUDA core 3072 2560 2304 1920 1536 1024 Fino a 1024
Boost clock 1080 – 1560 MHz 1155 – 1380 MHz 1125 – 1455 MHz 1185 – 1560 MHz 1335 – 1590 MHz 1200 – 1485 MHz 1125 – 1560 MHz
Memoria 8GB GDDR6 8GB GDDR6 8GB GDDR6 6GB GDDR6 6GB GDDR6 4GB GDDR6 4GB GDDR6
4GB GDDR5
BUS memoria 256-bit 256-bit 256-bit 192-bit 192-bit 128-bit 128-bit
Bandwidth memoria Fino a 448GB/s Fino a 448GB/s Fino a 448GB/s Fino a 336GB/s 288GB/s Fino a 192GB/s Fino a 192GB/s
TGP 80 – 150+ W 80 – 115 W 80 – 115 W 65 – 155 W 60 – 80 W 35 – 55 W 30 – 50 W

Non solo gaming, Nvidia ha parlato anche di alcune novità relativa ai prodotti RTX Studio. L’azienda ha annunciato l’arrivo di 10 nuovi prodotti, mossi dalle nuove GPU appena descritte e dai processori Intel Core di decima generazione. Nvidia ha affermato che ad oggi oltre 45 software sfruttano la potenza delle schede RTX, permettendo a creatori di contenuti e professionisti di ottenere il massimo dai loro notebook e di lavorare più facilmente.

Parlando di prestazioni, Nvidia ha confrontato un portatile certificato RTX Studio ed equipaggiato con RTX 2080 SUPER Max-Q con il nuovo Macbook Pro 16 (dotato di Core i9 e Radeon 5500M) e con una CPU Intel Core i7-10750H. Nvidia ha effettuato dei test sia nel campo del video editing (con Adobe Premiere Pro e DaVinci Resolve) che in quello del rendering 3D (con Autodesk Arnold e Blender) utilizzando software in grado di sfruttare i CUDA core e, come vediamo, i risultati parlano abbastanza chiaro: i nuovi prodotti RTX Studio offrono prestazioni fino a 10 volte superiori rispetto a una CPU nei benchmark di video editing e fino a 13 volte superiori in quelli di rendering 3D. La differenza non è così marcata quando si prende in considerazione il Macbook Pro 16, ma la soluzione di Nvidia risulta comunque superiore.