Schede Grafiche

Nvidia segna un aumento del 41% nel quarto trimestre, ma il Coronavirus spaventa

Nvidia ha pubblicato il proprio rapporto sugli utili per l’anno fiscale 2020. I ricavi per il quarto trimestre conclusi il 26 gennaio 2020 sono pari a 3,11 miliardi di dollari con un aumento del 41% rispetto ai 2,21 miliardi dell’anno precedente. Tuttavia le previsioni per il futuro non sono le migliori: a causa del coronavirus, la società ha ridotto le sue previsioni di entrate per il primo trimestre dell’anno fiscale 2021 di 100 milioni di dollari.

Per quanto riguarda l’utile netto rettificato sale a 1,172 miliardi di dollari, che rappresenta il 136,3% in più rispetto al medesimo periodo dell’anno precedente. Passando invece agli utili per azione, sono cresciuti del 136% rispetto all’anno precedente, che erano intorno a 1,89 dollari.

Nonostante tutto Nvidia ha segnato degli ottimi risultati, superiori del 6% rispetto al trimestre precedente. Le quotazioni della società, per via dei risultati ottenuti nei conti dell’intero anno in particolare del quarto trimestre fiscale 2020 hanno abbondantemente superato le attese degli analisti.

Secondo Jensen Huang, fondatore e CEO di NVIDIA, è stato fondamentale l’adottamento di quello che viene chiamato “accelerated computing“, tecnologie di computing accelerato che permettono appunto di accelerare diversi carichi cloud, tra cui high performance computing, allenamento e inferenza nell’ambito del deep learning, machine learning, data analytics e grafica.

Queste le sue parole: “L’adozione del computing accelerato Nvidia ha portato a risultati eccellenti, con ricavi record per i data center. Le nostre iniziative stanno ottenendo un grande successo”.

Nvidia si era dimostrata interessata all’acquisto della società Mellanox Technologies, già intorno all’11 marzo 2019; ora a quanto pare l’acquisizione si concluderà nella prima metà del 2020.

Tornando al coronavirus, stimare l’impatto che potrebbe avere sul mercato è sicuramente difficile, proprio per questo bisogna adottare delle misure cautelari e, come detto, la società ha ridotto le prospettive di reddito per il primo trimestre del 2021 di 100 milioni di dollari per tenere conto del potenziale impatto.

Jensen Huang circa i risultati ottenuti commenta così “Il ray-tracing di Nvidia RTX sta reinventando la grafica computerizzata, favorendo una forte adozione nei mercati del gaming, del VR e del design, aprendo al contempo nuove opportunità nel rendering e nel cloud gaming. NVIDIA AI sta consentendo progressi nella comprensione del linguaggio, nell’IA sull’interazione conversazionale e nei motori di raccomandazione (Recommender system), gli algoritmi fondamentali che oggi alimentano Internet. Le nuove applicazioni di computing NVIDIA nel 5G, genomica, robotica e veicoli autonomi ci permettono di continuare un lavoro importante e di grande impatto. Siamo ben posizionati per le più grandi tendenze tecnologiche del nostro tempo”.

Andiamo a fare ora un piccolo recap dei progressi che dalla fine del terzo trimestre dell’anno fiscale 2020 Nvidia ha compiuto, e in quali settori:

Gaming:

  • Cresciuto l’impatto per il ray-tracing con il lancio di giochi compatibili con l’RTX come Deliver Us The Moon, Wolfenstein: Youngblood e Bright Memory.
  • Lancio del servizio di cloud gaming GeForce NOW dalla versione beta, permettendo di giocare dal proprio PC senza limitazioni, ora centinaia di milioni di consumatori possono aggiungere una scheda grafica virtuale GeForce al loro dispositivo e giocare a molti titoli che possiedono, così come giochi free-to-play.
  • Ha portato il suo numero di laptop gaming a un record di 125 modelli, tra cui il primo laptop GeForce RTX da 14 pollici al mondo, l’ASUS ROG Zephyrus G14.
  • Ha continuato a sviluppare G-SYNC portandolo al CES, con il lancio di ASUS ROG Swift 360, il monitor più veloce al mondo, con una frequenza di aggiornamento a 360Hz; e con LG che ha adottato G-SYNC nella sua nuova linea di TV OLED.

Data Center e Edge Computing:

  • Presentato il primo supercomputer scalabile con accelerazione tramite GPU nel cloud con Microsoft Azure, con accesso a un massimo di 800 GPU NVIDIA V100 Tensor Core.
  • Ha annunciato che sta migliorando il supercomputer industriale più potente del mondo, HPC5, che ha 7.280 GPU NVIDIA V100, gestito dall’azienda energetica italiana Eni.
  • Ha annunciato che i “motori di raccomandazione” di Alibaba e Baidu funzionano con NVIDIA AI, aumentando notevolmente la capacità degli ordini oltre le CPU.
  • Ha collaborato con AWS, usando le GPU NVIDIA T4 Tensor Core per alimentare gli avamposti AWS, portando le istanze di Amazon EC2 G4 nei data center dei clienti.
  • Ha collaborato con Arm, Ampere Computing, Fujitsu e Marvell su una nuova piattaforma di progettazione di riferimento per i server basati su Arm accelerati da GPU con Red Hat per portare l’accelerazione su GPU a Arm per le applicazioni HPC.
  • Ha introdotto NVIDIA TensorRT 7, un kit di sviluppo software di inferenza, aprendo la strada a un’intelligenza artificiale conversazionale più intelligente e veloce.
  • Svelata NVIDIA Clara Federated Learning, un’applicazione di riferimento che preserva la privacy dei pazienti migliorando al contempo l’accuratezza del modello globale, già in uso presso l‘American College of Radiology e l’UCLA Health.
  • Introdotta Magnum IO, una suite software per scienziati e ricercatori per effettuare calcoli di dati ad alte prestazioni ottimizzata per eliminare i colli di bottiglia di archiviazione e di input/output.
  • Rilasciata una nuova versione del kit di sviluppo software NVIDIA Isaac, una piattaforma di sviluppo robotico unificata per accelerare lo sviluppo e il testing dei robot.

Professional Visualization:

  • Ha portato la tecnologia RTX su nuovi desktop e laptop di Acer e collaborato Adobe per fornire un abbonamento gratuito di tre mesi ad Adobe Creative Cloud con i nuovi acquisti di RTX Studio.
  • Ha introdotto le funzionalità RTX in Maya 2020 di Autodesk, Catia 2020 di Dassault e Siemens Ray-Trace Studio con il rilascio di un nuovo NVIDIA Quadro Driver e NVIDIA Studio Driver.
  • Ampliata la portata della tecnologia RTX, portandola nel motore di rendering della casa Chaos Group, ovvero V-Ray, e quindi negli applicativi Arnold di Autodesk e Blender’s Cycles, consentendo ai progettisti di creare complesse immagini 3D, riflessi accurati e altro ancora.

Automotive:

  • Annunciato DRIVE AGX Orin, una piattaforma avanzata definita dal software per veicoli autonomi in grado di raggiungere 200 trilioni di operazioni al secondo (TOPS), quasi 7 volte superiore a quella della precedente generazione SoC.