Schede Grafiche

Radeon RX 5700 XT e Radeon RX 5700 – Recensione

Pagina 1: Radeon RX 5700 XT e Radeon RX 5700 – Recensione

Luglio 2019 è, a tutti gli effetti, un mese molto caldo. Non solo nel senso metereologico del termine, ma anche per la quantità di nuovi prodotti hardware presentati, soprattutto considerando che alcuni, come le nuove schede grafiche AMD Navi Radeon RX 5700 e Radeon RX 5700 XT (oggetto di questa recensione) e i processori Ryzen 3000, sono tra le novità più attese dell’anno.

Prima di iniziare a parlare delle nuove Radeon, è il caso di fare un salto indietro a qualche giorno fa. Nvidia, abbastanza inaspettatamente, ha fatto un refresh della sua linea di schede grafiche RTX, presentando i modelli SUPER. Trovate la nostra recensione a questo link: GeForce RTX 2070 SUPER e RTX 2060 SUPER – Recensione.

Le due nuove arrivate non solo alzano il livello di prestazioni dei modelli che portano lo stesso nome, ma sono vendute a un prezzo più basso rispetto ai precedenti listini, mentre il mantenimento a catalogo della RTX 2060, a un prezzo ridotto, abbassa la barriera d’ingresso per chi volesse acquistare una scheda RTX.

Questa mossa di Nvidia ha una duplice lettura: da una parte rinsalda la sua posizione e vantaggio nel mondo dell’hardware in grado di gestire il Ray Tracing in tempo reale, e dall’altra parte fa una mossa preventiva per contrastare l’arrivo delle RX 5700 di AMD. Dopotutto nel mirino di AMD, con RX 5700 e RX 5700 XT c’erano le RTX 2060 e RTX 2070, e in qualche modo, cambiando il bersaglio all’ultimo momento presentando le SUPER, Nvidia prova a schivare la pallottola. Vedremo nel corso di questa recensione se la mossa di Nvidia ha avuto effetto, o meno.

Sono circa due anni che l’offerta di schede grafiche AMD è sostanzialmente priva di novità veramente interessanti. Potremmo citare la Radeon RX 590, presentata alla fine del 2018, che ha migliorato di poco le prestazioni della RX 580, e la Radeon VII dei mesi scorsi, più un’assaggio di quello su cui stava lavorando AMD, piuttosto che una scheda in grado di infastidire realmente le GeForce RTX. Sono questi i motivi per cui le RX 5700 e RX 5700 XT sono attese con tanta impazienza dagli appassionati.

AMD Radeon RX 5700

Le principali novità delle nuove proposte, nome in codice Navi, sono una nuova architettura chiamata Radeon DNA – RDNA – che è votata esclusivamente al gaming, e l’adozione del processo produttivo a 7 nm, di cui Radeon VII ci ha dato un assaggio. Non mancano tuttavia diverse funzioni aggiuntive, che vi presenteremo in questo articolo, ma che approfondiremo nelle prossime settimane in articoli dedicati.

Come avrete capito dalle prime righe di questo articoli, RX 5700 e RX 5700 XT non sono schede di fascia altissima. Avendo originariamente nel mirino le GeForce RTX 2060 e RTX 2070, posiziona le nuove arrivate nella fascia media e medio alta del mercato, mentre la fascia più bassa è presidiata dalle RX 570 / 580 / 590, in grado ancora oggi di offrire prestazioni più che degne a risoluzione Full HD, a un prezzo molto conveniente.

Le prime due schede Navi puntano quindi alla risoluzione 1440p, al massimo dei dettagli e qualità per la versione XT, e qualcosa meno per la RX 5700 “liscia”. Per estensione, quest’ultima possiamo considerarla anche una scelta presumibilmente interessante per il Full HD ad elevato frame rate.

AMD Radeon RX 5700 XT

La fascia più alta del mercato rimane ancora appannaggio delle RTX 2080 / 2080 S e 2080 TI, e ovviamente non ci sarà nessuno scontro sul campo del Ray Tracing, poiché AMD non ha ancora estratto dal cilindro la sua proposta per la nuova (nel campo videoludico) tecnica di rendering.

Prima di entrare nel vivo delle specifiche tecniche dei due prodotti e dei test, parliamo brevemente dei punti salienti dell’architettura Radeon DNA – RDNA.