Tom's Hardware Italia
Schede Grafiche

Recensione iChill X4, la GTX 1070 più potente di Inno3D

GTX 1070 iChill X4 è una GTX 1070 di Inno3D con un particolare sistema di raffreddamento che pone un ulteriore ventola nel bordo superiore. In questa maniera aumenta il potenziale di raffreddamento e offre potenza sufficiente a giocare con tutti i titoli moderni a risoluzione 1440p.

Abbiamo testato la GTX 1070 più potente di Inno3D, la iChill x4, overcloccata di fabbrica e con un sistema di raffreddamento particolare che la differenzia da altri modelli.

Inno3d 08

Rispetto alla Founder's Edition, le frequenze base della iChill sono di 114 MHz in più sulla GPU (1620 MHz) e 104 MHz sulla memoria (4104 MHz), che corrispondono a un overclock base del 7.5% e del 2.6% rispettivamente per GPU e VRAM.

Il sistema di dissipazione, chiamato A.P.C.S (Active Power Cooling System) è composto da un corpo lamellare (123 lamelle), collegato da cinque heatpipe, 3 da 6mm e 2 da 8 mm. Alle tre ventole da 92 mm posizionate per tutta la lunghezza del dissipatore, è stata aggiunta una quarta ventola da 50 mm nel bordo superiore. L'idea dietro a questo raffreddamento è usare le heatpipe per trasferire calore nella parte alta del dissipatore, e avvalersi della piccola ventola aggiuntiva per allontanare il calore.

Inno3d 04
Inno3d 06
Inno3d 03

Come per altre GTX 1070, anche Inno3D ferma le ventole quando non è necessario un raffreddamento attivo, mentre un LED illumina la scritta "iChill" di differenti colori, indicando il tipo di carico, basso, medio e alto. Immaginiamo che non venga rilevato direttamente il carico di lavoro, piuttosto sia un indicatore dell'energia assorbita in quel determinano momento.

L'alimentazione aggiuntiva è costituita da un singolo connettore PCI Express a 8 pin. I connettori posteriori sono quelli classici, e quindi tre Display Port, un HDMI e un connettore DVI.

Inno3d 07

Non mancano due connettori per la modalità multi-scheda grafica SLI, che necessita il nuovo bridge HB, e un backplate per un raffreddamento passivo.

Benchmark

Di seguito potete vedere le prestazioni di questa scheda a confronto con la versione Founder's Edition e altre schede che abbiamo già provato. Ovviamente possiamo tranquillamente dire che offre prestazioni simili ad altre schede, le differenze sono solo marginali.

rx 480 vs gtx 1060 02 799d872c8f0eba69bad2e89af05da30de

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Overclock

Siamo riusciti a overcloccarla guadagnando ulteriori 110 MHz sulla GPU e 600 MHz sulla memoria, per un overclock totale rispetto la versione Founder's del 14% su GPU e 17% su memoria.

Di seguito alcuni test in overclock che mostrano il guadagno prestazionale con alcuni giochi.

 
 
 
 
 
 

Raffreddamento

Il sistema di raffreddamento mantiene una temperatura di circa 65 °C massimi, sotto sforzo con un test di tortura.

Screenshot 2016 10 19 19 55 20
Screenshot 2016 10 19 19 56 02
Screenshot 2016 10 19 19 56 44
Screenshot 2016 10 19 19 57 02
Screenshot 2016 10 19 19 57 14

Rispetto ad altre schede che abbiamo provato questa Inno3D è rimasta sempre un po' più rumorosa, e le ventole si mettono spesso in moto, mentre con altre schede, come Zotac e Gigabyte, ci sono state più situazioni in cui rimanevano ferme.

Conclusioni

Il sistema di raffreddamento iChill X4 è efficiente, anche di più rispetto ad altre schede concorrenti, ma a fronte di una maggior dissipazione c'è una rumorosità superiore. Non stiamo parlando di livelli fastidiosi, ma laddove altre schede tendono a mantenere le ventole ferme, questa Inno3D è spesso attiva.

Inno3d 09

Le prestazioni con i videogiochi non sono differenti rispetto ad altri modelli, ovviamente ci sono delle piccole discrepanze, che tuttavia non sono tali da cambiare le conclusioni.

Acquistare questa scheda o un'altra GTX 1070 è più una questione di prezzo o di estetica. Se vi piace, o se la trovate a un prezzo interessante e magari più basso rispetto ad altri modelli, non ci sono controindicazioni all'acquisto. Così come tutte le altre GTX 1070, le prestazioni sono più che sufficienti per utilizzare tutti i videogiochi moderni a risoluzione 1440p e dettagli al massimo; abbassando i dettagli e facendo a meno di alcuni filtri qualitativi, si può anche sperimentare la risoluzione 4K.