Schede Grafiche

RTX serie 30, Gigabyte risponde alle accuse: “non riduciamo i costi utilizzando materiali economici”

Gigabyte ha deciso di rilasciare una dichiarazione ufficiale in merito alle affermazioni circolate in rete negli ultimi giorni, in cui l’azienda veniva accusata di utilizzare condensatori economici che portavano al crash le nuove schede video basate su GPU RTX 3080 e RTX 3090.

Gigabyte RTX 3080 Gaming OC

Dopo la pubblicazione di un’indagine condotta da Igor’s Lab, in cui veniva mostrata una strana correlazione tra i casi di crash ad alte frequenze con le nuove RTX 3080 o RTX 3090 e la presenza di un minor numero di condensatori di tipo MLCC sul retro delle GPU, Gigabyte ha voluto rilasciare una dichiarazione ufficiale in difesa dei propri prodotti.

È falso che i condensatori SP-CAP potrebbero indipendentemente causare un crash dell’hardware. La stabilità o meno di una scheda grafica richiede una valutazione completa del circuito generale e del design di erogazione di potenza, non solo la differenza nei tipi di condensatori. Gli SP-CAP e gli MLCC hanno caratteristiche e usi diversi, quindi non è corretto affermare che un tipo di condensatore è migliore dell’altro”.

“Le schede grafiche Gigabyte GeForce RTX 30 sono progettate secondo le specifiche NVIDIA e hanno superato tutti i test richiesti, quindi la qualità del prodotto è garantita. Le schede grafiche delle serie Gigabyte GeForce RTX 3080/3090 Gaming OC ed Eagle OC utilizzano condensatori SP-CAP 470uF di alta qualità e bassa ESR, che soddisfano le specifiche stabilite da Nvidia e forniscono una capacità totale di 2820u in termini di potenza del core della GPU, superiore rispetto alla media del settore. Il costo dei condensatori SP-CAP non è inferiore a quello degli MLCC. Gigabyte valorizza molto l’integrità del prodotto e sicuramente non riduce i costi utilizzando materiali economici“.

Gigabyte RTX 3080 reference specs

Inoltre, l’azienda ricorda che Nvidia ha già rilasciato, nella giornata di ieri 29 settembre, un driver (versione 456.55) che migliora la stabilità delle schede facenti parte della nuova generazione RTX 30 e consiglia agli utenti il download dell’aggiornamento per prestazioni ottimizzate. In caso gli utenti continuassero a riscontrare problemi di alimentazione con le schede grafiche Gigabyte GeForce RTX 30, l’azienda fornirà una sostituzione del prodotto gratuitamente.

Anche noi abbiamo potuto testare la Gigabyte RTX 3080 Gaming OC e ci teniamo a sottolineare come, anche nel nostro caso, la scheda si sia comportata egregiamente senza mostrare alcun segno di instabilità.

La Palit GeForce GTX 1660 StormX Boost da 6 GB è attualmente proposta a prezzo scontato su Amazon, cosa aspettate?