Schede madre

Ryzen 1000 e schede madre X570, matrimonio in vista?

A giugno AMD annunciò che le nuove piattaforme X570 non avrebbero supportato i Ryzen di prima generazione, smentendo le dichiarazioni precedenti sulla retrocompatibilità garantita fino al 2020 per il socket AM4. Sembra, tuttavia, che l’ultimo firmware AGESA per schede madre con chipset AMD X570 cambierà le carte in tavola.

Lo scopo del nuovo microcodice AGESA 1.0.0.4 è quello di apportare miglioramenti significativi alle piattaforme per CPU Ryzen serie 3000, riducendo i tempi di avvio di circa il 20% e aumentando le frequenze dei processori in turbo boost all-core.

Questa settimana però, il sito tedesco Planet 3D Now ha messo le mani sul BIOS 1103 beta (basato su AGESA 1.0.0.4b) destinato alla scheda madre Asus Crosshair VIII Hero (Wi-Fi) e l’ha accoppiata, in modo piuttosto strano, a un Ryzen 3 1200.

Una combinazione che non avrebbe dovuto “funzionare”, ma che in realtà si è avviata, tanto da mostrare la convalida con Cinebench e CPU-Z. Planet 3D Now ha anche provato scheda madre e CPU con un BIOS più vecchio senza avere lo stesso successo.

Cosa significhi questo esperimento in termini di retrocompatibilità lungo l’intera offerta dei vari produttori è ancora da stabilire. È possibile che più modelli X570 supportino i Ryzen 1000, anche se dubitiamo che a molti interessi abbinare una vecchia CPU a una nuova motherboard, semmai il contrario, ovvero usare nuove CPU su precedenti schede madre (X370 / B350). Quest’ultimo abbinamento è già consentito da diversi produttori, tuttavia è qualcosa su cui AMD non ha mai preso una posizione ufficiale, lasciando la palla ai partner.

Robert Hallock, Senior Technical Marketing Manager di AMD, diceva a giugno: “Se osserviamo l’ecosistema di motherboard esistente, possiamo certamente rendere disponibili degli aggiornamenti BIOS ai nostri partner per il supporto sui differenti livelli di schede madre che hanno nella loro offerta, ma non mi aspetto che ogni scheda madre sarà aggiornata dai nostri partner per la compatibilità con i Ryzen 3000. Quella sarà una loro decisione in base al loro portfolio, su dove scelgono di distribuire gli aggiornamenti e dove decidono altrimenti”.