CPU

Ryzen 9 3900X e Ryzen 7 3700X – Recensione

Pagina 1: Ryzen 9 3900X e Ryzen 7 3700X – Recensione

Ryzen 9 3900X e Ryzen 7 3700X alla prova. Sono le prime due CPU AMD a giungere nei nostri laboratori, basate sulla nuova architettura Zen 2 e realizzate con il processo produttivo a 7 nanometri della taiwanese TSMC. Il nome in codice di queste CPU Ryzen 3000, senza GPU integrata, è Matisse. Nelle prossime settimane seguiranno altri modelli, già annunciati, tra cui anche le nuove APU.

La serie 3000 rappresenta per AMD un’opportunità di svolta, oltre ad essere i primi processori che portano sul mercato importanti novità e primati, come appunto il processo produttivo a 7 nm, un design chiplet e il PCI Express 4.0.

Tra le altre novità degne di nota ci sono senza dubbio la quantità di cache totale, un quantitativo molto alto per processori di questa fascia, nonché la compatibilità con il Socket AM4, che si sta rivelando essere il socket più longevo della storia. Insomma, un sacco di novità e primati, ma la vera e più importante opportunità per queste CPU riguarda le prestazioni single core.

Storicamente, dall’introduzione dell’architettura Core nel lontano 2006, AMD non è ancora riuscita a eguagliare le prestazione in termini di IPC (istruzioni per clock) della concorrente Intel. L’architettura di quest’ultima, in termini di efficienza e quindi capacità di gestire la pipeline di dati il più velocemente possibile, è sempre stata superiore.

Vantaggio che ancora oggi si traduce in maggiori prestazioni nella stragrande maggioranza dei giochi e applicazioni, poiché i titoli e software ottimizzati per sfruttare il multi-core sono ancora molto pochi, se raffrontati alla totalità dell’offerta.

AMD spinge, ormai da anni, sulle prestazioni multi-core, che la rendono migliore di Intel in molti casi, proprio perché mediamente le CPU AMD offrono, nella stessa fascia di prezzo, più core. Ryzen 3000 potrebbe rappresentare un taglio con il passato, mettendo la parola fine a questo trend.

AMD parla di un incremento del 15% delle prestazioni IPC rispetto alla generazione precedente: sarà sufficiente per eguagliare, quantomeno, le prestazioni degli attuali processori Intel?

Specifiche tecniche Ryzen 9 3900X e Ryzen 7 3700X

Ryzen 9 3900X mette a disposizione ben 12 core e 24 thread. Le frequenze operative sono pari a 3,8 / 4,6 GHz, ha 70 MB di cache (AMD la chiama GameCache) e un TDP di 105 watt. Ryzen 7 3700X invece ha 8 core e 16 thread che lavorano a 3,6 / 4,4 GHz e 36 MB di cache totali in un TDP nettamente più contenuto di 65 watt.

Considerando i Ryzen 2000 a 12 nanometri (Globalfoundries), il Ryzen 9 3900X non ha modello a cui si può paragonarlo direttamente, non essendoci modelli a 12 core e 24 thread nella gamma. Dobbiamo rivolgerci all’offerta Ryzen Threadripper per incontrare una CPU AMD così configurata, segnatamente il modello 2920X.

Quest’ultimo lavora a 3,5 / 4,3 GHz, con un TDP di 180 watt. Ha però un controller di memoria quad-channel e 64 linee PCI Express 3.0, caratteristiche non eguagliate dai nuovi Ryzen 3000. Si può notare quindi che l’architettura Zen 2, unitamente al processo produttivo a 7 nanometri, riesce ad aumentare le frequenze di lavoro pur mantenendo consumi più contenuti.

In più la nuova configurazione chiplet, di cui parleremo più avanti, spazza via i problemi di latenza e configurazione finora incontrati da AMD con il suo modello a 12 core Threadripper.

Ryzen 9 3900X Ryzen Threadripper 2920X Ryzen 7 3700X Ryzen 7 2700X Ryzen 7 2700
Architettura Zen 2 Zen+ Zen2 Zen+ Zen+
Processo produttivo Chiplet: 7 nm
I/O die: 12 nm
12 nanometri Chiplet: 7 nm
I/O die: 12 nm
12 nanometri 12 nanometri
Core  12 12 8 8 8
Thread 24 24 16 16 16
Freq. base 3,8 GHz 3,5 GHz 3,6 GHz 3,7 GHz 3,2 GHz
Freq. boost max 4,6 GHz 4,3 GHz 4,4 GHz 4,3 GHz 4,1 GHz
Controller di memoria Dual channel DDR4-3200 Quad-channel DDR4-2933 Dual channel DDR4-3200 Dual channel DDR4-2933 Dual channel DDR4-2933
Cache L2+L3 6+64 MB 6+32 MB 4+32 MB 4+16 MB 4+16 MB
Linee PCIe 24 PCIe 4.0 (4 al chipset) 64 PCIe 3.0 (4 al chipset) 24 PCIe 4.0 (4 al chipset) 24 PCIe 3.0 (4 al chipset) 24 PCIe 3.0 (4 al chipset)
TDP 105 watt 180 watt 65 watt 105 watt 65 watt
Prezzo SEP 499 dollari 649 dollari 329 dollari 329 dollari 299 dollari

Confronto invece più semplice per il Ryzen 7 3700X, che vede nel Ryzen 7 2700 il suo naturale predecessore. Entrambi hanno un TDP di 65 watt, la stessa configurazione di core e thread, e un controller di memoria a due canali. Tra i due però c’è un abisso nelle frequenze, ben 400 MHz di base (3,2 GHz) e 300 MHz di boost (4,1 GHz).