Storage

Samsung PM853T: SSD per server con memoria NAND TLC

La memoria NAND Flash con 3 bit per cella, nota anche come TLC, la ritroviamo a bordo di prodotti come gli SSD 840 EVO disponibili sia in formato da 2,5 pollici che mSATA, destinati ai settori desktop e mobile. Tra poco tempo questo tipo di memoria arriverà anche in server e datacenter grazie all'avvio della produzione di massa da parte di Samsung.

Samsung PM853T

Mentre le memorie SLC (Single Level Cell, 1 bit per cella) offrono altissime prestazioni, soprattutto in scrittura, ma hanno una longevità molto scarsa e costano molto (per questo sono praticamente sparite dal mercato), le MLC (Multi-Level Cell, 2 bit per cella) rappresentano il giusto compromesso tra prezzo, prestazioni e longevità. Le memorie TLC, invece, sono ancora più economiche delle soluzioni MLC, le prestazioni sono buone (salvo in scrittura), ma la longevità è inferiore, il che destina queste soluzioni a determinati carichi di lavoro.

Non è un caso quindi che Samsung sia pronta a introdurre sul mercato un SSD chiamato PM853T destinato a datacenter che si occupano di "social networking, web browsing ed email", ovvero principalmente carichi di lavoro in lettura. Entrando nel vivo dei numeri, la casa sudcoreana fa sapere che sul mercato arriveranno tre proposte da 240, 480 e 960 GB.

Per realizzarle Samsung si avvarrà di un processo nella classe dei 10 nanometri – quindi tra 10 e 20 nm – e un controller avanzato (non sono stati resi noti dettagli) capace di garantire prestazioni in lettura e scrittura sequenziale di 530 e 420 MB/s, oltre che prestazioni casuali di 90.000 IOPS in lettura e 14.000 IOPS in scrittura. È proprio quest'ultimo dato il tallone d'Achille del prodotto e una discriminante che tutti i professionisti IT devono valutare in sede d'acquisto.