Schede Grafiche

Scheda video Intel Xe, c’è ancora molto lavoro da fare?

Nel corso del 2020 Intel dovrebbe presentare la sue prime schede video dedicate basate su architettura grafica Xe. A capo del progetto, portato avanti dal Visual Technologies Team di Intel, c’è l’ex boss del Radeon Technologies Group di AMD Raja Koduri. L’architettura Xe, come recentemente annunciato anche in occasione dei primi dettagli sull’acceleratore “Ponte Vecchio“, scalerà in tutti settori, finendo anche a bordo delle CPU desktop e mobile dell’azienda.

Ovviamente c’è molto interesse riguardo le possibili soluzioni dedicate al mercato consumer, dove Intel andrebbe a fare concorrenza alle proposte GeForce di Nvidia e Radeon di AMD. Al momento l’azienda non ha ancora diffuso alcuna informazione ufficiale, ma dalla Cina filtrano indiscrezioni poco rassicuranti. Prendetele con le dovute cautele del caso, dato che si tratta di “rumor”.

Stando a un utente del forum cinese Chiphell, “wjm47196“, non nuovo alla pubblicazione di indiscrezioni su vari prodotti, il progetto starebbe vivendo qualche problema di troppo. L’efficienza della GPU Xe sarebbe infatti molto più bassa rispetto alla concorrenza e si vocifera che al lancio non ci saranno modelli realizzati dai partner, ma solamente soluzioni di riferimento Intel. Inoltre – ma questo è del tutto prevedibile per un nuovo prodotto – i driver avrebbero bisogno di tempo per migliorare.

Bisogna sottolineare che si sta parlando della prima versione della GPU Xe e non della soluzione a 7 nanometri attesa nel 2021 che costituirà l’acceleratore Ponte Vecchio. Probabilmente la prima GPU consumer sarà a 10 nanometri, ma non ci sono certezze al momento.

Come detto, bisogna prendere le indiscrezioni con le pinze, ma proprio nei giorni scorsi ha destato un po’ di stupore sapere che Chris Hook e Heather Lenon, due figure centrali del marketing delle GPU Intel, hanno lasciato l’azienda per un altro lido non meglio precisato.

Non resta che rimanere in attesa di nuove indiscrezioni o meglio di informazioni ufficiali. Secondo precedenti voci di corridoio la casa di Santa Clara starebbe lavorando su più soluzioni dedicate Xe, con un numero di Execution Unit (EU) pari a 128, 256 e 512.

L’unica informazione certa, comunicata dal CEO Bob Swan a margine dell’ultima trimestrale, è che Intel ha “acceso” la sua prima GPU dedicata (nome in codice DG1) qualche mese addietro, il che significa che al di là delle indiscrezioni attuali, c’è tempo e modo di migliorare la situazione in vista del lancio previsto entro fine 2020.