Software

Skype torna alla normalità, non è stato un attacco

Skype si sta ancora riprendendo dai problemi di malfunzionamento che perdurano dalla serata di mercoledì (Skype non va: cosa succede? Ecco la spiegazione). Oggi tuttavia dovrebbe essere la giornata che riporterà l’infrastruttura a funzionare a pieno regime. A dirlo è Tony Bates, amministratore delegato dell’azienda.

“Siamo stati in grado di stabilizzare Skype grazie ai supernodi dedicati installati dagli ingegneri del team di Skype. Attualmente siamo a circa il 90 percento del normale volume d’utenza“, ha scritto Bates sul blog di Skype.

“Audio, video e IM funzionano normalmente. Tuttavia un paio di nostre offerte, incluse l’instant messaging offline e la videochiamata di gruppo, non sono ancora disponibili e stiamo lavorando per ripristinarle a tempo debito”.

Bates ha anche dichiarato che gli ingegneri hanno analizzato e capito il problema, arrivando alla conclusione che non si tratta di un attacco maligno. “Stiamo facendo ancora analisi approfondite e forniremo dettagli precisi in futuro”.

Per scusarsi dei disservizi, Skype sta inviando via e-mail ai propri utenti (abbonamento e ricaricabili) dei buoni per effettuare chiamate gratuite per un massimo di circa 30 minuti (dipende dal costo della chiamata effettuata). “Per i nostri utenti attivi offriremo una settimana extra di sottoscrizione al servizio. Potrebbero essere necessari alcuni giorni, ma una volta attuata, sarà applicata a partire dalla data del vostro rinnovo successivo”.