Storage

SSD a marchio AMD: memoria di Toshiba e cuore di OCZ?

Il mercato degli SSD è pronto ad accogliere nuovi prodotti marchiati AMD. Sì avete letto bene, la stessa AMD che progetta i microprocessori. L'indiscrezione arriva prepotente dal sito Fudzilla, il quale dà per imminente il debutto di queste soluzioni. Già a fine 2012 si vociferava l'arrivo di SSD targati AMD, ma stiamo ancora aspettando. È il momento giusto? Staremo a vedere.

Contrariamente a Intel o altre aziende del settore, AMD non ha realizzato i propri SSD in prima persona e non si è impegnata molto in tal senso. Le nuove proposte, secondo le indiscrezioni, sono incentrate sulla memoria NAND Flash di Toshiba a 19 nanometri e hanno un controller di OCZ (che è una sussidiaria di Toshiba). AMD dovrebbe occuparsi di distribuzione e marketing, anche se ha comunque partecipato alla definizione delle specifiche.

I più informati avranno già capito: la strategia è la stessa che l'azienda ha seguito nel settore delle memorie RAM con il marchio Radeon Memory, declinato in varie serie (Gamer, Performance, Entertainment e Value). L'obiettivo della casa di Sunnyvale è offrire bundle migliori che le consentano di avere maggiore appeal anzitutto verso i produttori OEM e i system integrator. Poi ci sarà anche qualche introito dalla vendita al consumatore finale.

AMD potrebbe quindi mettere a punto offerte ai propri partner in cui, insieme a una CPU o una scheda video, offre anche il valore aggiunto di un SSD. In questo modo l'azienda potrebbe mettere piede in più computer preassemblati, spuntando qualche soldo in più. Al momento sfuggono ancora molti dettagli su questa proposta, per ora presunta: dai prezzi alle capacità, fino all'eventuale disponibilità in Europa. Con le DDR3 AMD partì dagli Stati Uniti.