Software

Steam Deck: AMD e Valve stanno lavorando per migliorarne le performance

Secondo un rapporto di Phoronix, AMD e Valve starebbero lavorando insieme per progettare un driver migliore per lo scaling delle prestazioni della CPU per Linux, destinato alla console di gioco Steam Deck.

Valve ha recentemente lanciato la sua console di gioco Steam Deck che ospita un’APU Ryzen personalizzata di AMD con GPU RDNA 2 incorporata e CPU Zen 2 alimentata da un sistema operativo Arch basato su Linux. Dato che questa console esegue un sistema operativo basato su Linux, Valve deve ottimizzare il software il più possibile per garantire un’esperienza di gioco fluida sui vari titoli AAA.

Photo Credits: Valve

Secondo il rapporto, Valve ha migliorato lo scaling della frequenza dei core Zen 2 in uno sforzo congiunto con AMD. Steam Deck trarrà ovviamente vantaggio da questa collaborazione, insieme ad altri processori AMD che girano su Linux.

Zen 2 di AMD ora utilizza il driver ACPI CPUFreq, che “non era molto efficiente in termini di prestazioni/efficienza energetica per le moderne piattaforme AMD”. Questo approccio ha comportato uno scarso ridimensionamento della frequenza e ha reso difficile per le soluzioni a potenza limitata come Steam Deck gestire il rapporto potenza/prestazioni.

Per migliorare la scalabilità, AMD ha utilizzato il Collaborative Processor Performance Control (CPPC), una parte delle specifiche ACPI, che fornisce un miglioramento generico per tutti i nuovi design Zen. Tuttavia, se AMD decide di progettare un driver specifico per il fornitore (Valve), è possibile che la soluzione non possa essere utilizzata su altre piattaforme e rimanga esclusiva di Steam Deck.

Non conosceremo tutti i dettagli fino a quando AMD e Valve non decideranno di presentare il loro lavoro al pubblico. AMD condividerà maggiori dettagli sul suo lavoro alla X.org Developer Conference (XDC), che si terrà dal 15 al 17 settembre. Potremmo saperne di più anche su altre collaborazioni AMD e Valve.

Si spera che le aziende decidano di condividere il loro lavoro nel formato open source, il che andrebbe a beneficio dell’ecosistema più ampio. Valve è stata una grande sostenitrice dei driver Radeon open source in passato e un piccolo aiuto da parte di AMD non guasterebbe. Come sempre, non resta che attendere con pazienza per scoprire cosa ci riserva la collaborazione tra Valve e AMD.