Software

Tesla, Cloudflare ed altre aziende sono state osservate dagli hacker

Stando a quanto riportato da Bloomberg, un gruppo di hacker avrebbe violato un enorme quantitativo di dati presenti nella società Verkada Inc., ottenendo l’accesso alle trasmissioni in tempo reale di 150.000 telecamere di sorveglianza posizionate all’interno di ospedali, aziende, dipartimenti di polizia, carceri e scuole. Tra le compagnie vittime di questa operazione c’è anche la famosa casa automobilistica Tesla e lo sviluppatore Cloudflare Inc. Inoltre, gli hacker sono stati in grado di visualizzare cosa succedeva dall’interno delle cliniche femminili, degli ospedali psichiatrici e degli uffici della stessa Verkada. Ma non è tutto! Infatti, alcune delle videocamere utilizzavano tecnologie di riconoscimento facciale per identificare le varie persone presenti e questo, stando agli hacker, ha permesso loro di conoscere l’identità di tutti i clienti di Verkada.

Photo credit - depositphotos.com
hacker

Le motivazioni che hanno spinto questo gruppo di hacker, che opera a livello internazionale, a compiere una simile impresa sono da ricercarsi nella loro volontà di rendere noto quanto siano invasivi questi sistemi di videosorveglianza, nonché relativamente facili da violare. Ovviamente, Verkada si è messa subito al lavoro per risolvere la faccenda e, tramite un portavoce ha affermato di aver disabilitato tutti gli account interni di amministrazione per impedire qualsiasi accesso non autorizzato. Il team di sicurezza interna e la società di sicurezza esterna stanno esaminando la portata del problema e sono state informate le forze dell’ordine.

Hacker

Stando alle prime ricostruzioni, sembra che gli hacker abbiano avuto accesso alle videocamere tramite un account “Super Admin”, i cui dati di login sono stati pubblicati in rete, che ha permesso loro di sbirciare attraverso i dispositivi dei clienti di Verkada. La compagnia, fondata nel 2016, vende telecamere di sicurezza facilmente gestibili tramite Internet e nel gennaio 2020 ha raccolto finanziamenti pari a 80 milioni di dollari.

Avete bisogno di una licenza di Windows 10 Pro per il vostro nuovissimo PC da gaming? Su Amazon è disponibile a pochi euro, non perdetevela.