Monitor

Configurazione OSD e calibrazione

Pagina 2: Configurazione OSD e calibrazione

Il menu di sistema è unico dell'AW2518H ma ha alcuni elementi che ritroviamo nei monitor Dell. Include tutto ciò che un gamer competitivo può desiderare. Tutte le cose più importanti, o quasi, sono nel primo menu, chiamato Game. Ci sono 11 modalità immagine, inclusa Custom Color, che è l'unico modo per accedere agli slider RGB.

Alienware 15
Clicca per ingrandire

Degni di nota i preset Game 1, 2 e 3. Selezionandone uno apre un sistema di gestione colore a sei assi e un controllo Dark Stabilizer che impatta sul dettaglio delle ombre – fascia bassa della gamma. Se volete evitarvi un bel po' di interventi, selezionate Custom Color e impostate la luminosità di vostro piacimento. Offre la migliore accuratezza senza calibrazione, anche se è possibile calibrarlo per avere dei miglioramenti.

Alienware 16
Clicca per ingrandire

La modalità Game Enhance è simile ad Asus GamePlus salvo i reticoli per la mira. Avete un countdown, un indicatore degli FPS e un allineatore grafico per le configurazioni multi schermo. Quando G-Sync è spento e il refresh rate è impostato a 144 Hz o meno, ULMB è attivato. C'è uno slider che riduce il motion blur e la luminosità in egual misura se lo abbassate. Dark Stabilizer è disponibile in questo menu se volete usarlo nelle modalità d'immagine rimanenti.

Alienware 17
Clicca per ingrandire

Il secondo menu contiene solo gli slider della luminosità e del contrasto. Il primo può essere impostato in modo indipendente per le modalità G-Sync, ULMB e Normal. A seguire c'è il selettore degli ingressi.

AlienFX Lighting si riferisce alla luce che si trova nella parte posteriore dell'AW2518H. Le tre barre e il logo dell'alieno possono essere illuminate in uno di 20 colori o cicli attraverso lo spettro automatico. Questo sistema di luci distrae un po' rispetto ad altri monitor gaming dato che illumina la parete dietro al monitor anziché la scrivania.

Alienware 18
Clicca per ingrandire

I controlli auto sono limitati a uno slider del volume per l'uscita cuffie. Le opzioni OSD includono lingua, trasparenza multilivello e un timeout fino a 60 secondi.

Quattro tasti sulla cornice possono essere programmati per monitorare funzioni come la modalità d'immagine, Game Enhance, Dark Stabilizer o Luminance. Se non è sufficiente potete scegliere Input Selector o Volume.

Il menu finale ha l'informazione del segnale, il risparmio energetico e un reset di fabbrica che riporta tutte le impostazioni ai valori di default. Questo è l'unico posto in cui potete capire se siete in modalità G-Sync, ULMB o Normal. Quando premete uno dei tasti di controllo, un altro box informazioni appare nella parte superiore dello schermo per indicare la modalità immagine, l'impostazione overdrive e il valore Dark Stabilizer.

Calibrazione

Come qualsiasi monitor Dell, le migliori prestazioni si trovano quando si calibra la modalità Custom Color. Qui potete modificare un insieme di slider RGB per raggiungere un buon bilanciamento del bianco e una saturazione del colore accurata. Le modalità gaming offrono slider della saturazione colore, ma usateli con parsimonia. Anche se è possibile rendere un'immagine più vivida, probabilmente nello stesso frangente perderete del dettaglio.

L'unico ostacolo che abbiamo incontrato è relativo alla gamma. Dopo alcuni attentativi abbiamo capito che Alienware tracciava BT.1886 piuttosto che 2.2. Abbiamo dovuto abbassare il contrasto per evitare il clipping, ma sono stati necessari alcuni compromessi per mantenere la scala di grigi al livello giusto. Ne parleremo nelle prossime pagine, ma di seguito ecco le nostre impostazioni consigliate per Custom Color in modalità G-Sync.

Impostazioni di calibrazione Alienware AW2518H
Picture Mode Custom Color
Brightness 200cd/m2 56
Brightness 120cd/m2 25
Brightness 100cd/m2 18
Brightness 80cd/m2 10
Contrast 69
Dark Stabilizer 0
Color Temp User Red 98, Green 100, Blue 97