Tom's Hardware Italia
Monitor

Test monitor curvo Asus ROG Strix XG32VQ

Pagina 1: Test monitor curvo Asus ROG Strix XG32VQ
Asus ROG Strix XG32VQ   PRO: Colore luminoso e saturato; colore DCI-P3 accurato di fabbrica; 144 Hz e FreeSync con LFC; joystick per l’OSD; stile e qualità costruttiva; valore complessivo. CONTRO: Nessuna opzione sRGB accurata; nessuna opzione gamma 2.2; nessuna riduzione del motion blur. VERDETTO: L’XG32VQ offre un grande schermo luminoso con prestazioni gaming eccellenti, […]

Asus ROG Strix XG32VQ

 

Asus ROG Strix XG32VQ


I monitor curvi si sono creati una solida nicchia nell’attuale mercato dei display. Sono buoni per l’uso generale, ma è il gaming l’ambito in cui danno il meglio. L’effetto immersivo che restituiscono non può essere replicato da uno schermo piatto. La maggior parte di questi pannelli si presenta in formato 21:9 ultra-wide, ma alcuni modelli mantengono il più comune rapporto 16:9. Per alcuni sono più versatili.

asus rog xg32vq

La linea Republic of Gamers si concentra sui videogiocatori ed è pensata per offrire prestazioni al top. Abbiamo già visto molti monitor ad alto refresh rate di questa famiglia e riscontrato che in genere soddisfano le aspettative. È stata una sorpresa perciò sapere che Asus avrebbe aggiunto monitor curvi 16:9 alla serie.

In questo articolo diamo un’occhiata al ROG Strix XG32VQ, un monitor dotato di pannello VA da 31,5 pollici con risoluzione QHD (2560×1400), curvatura 1800R, supporto colore DCI-P3 e refresh rate a 144 Hz con FreeSync.

Specifiche tecniche Asus ROG Strix XG32VQ

Asus ROG Strix XG32VQ
Tipo di pannello e retroilluminazione VA, W-Led, Edge Array
Dimensione e Formato dello Schermo 31,5 pollici, 16:9
Risoluzione massima e refresh rate 2560*1440 pixel @ 144Hz; 93ppi
Intervallo FreeSync 48-144Hz
Profondità di colore e gamut 8 bit / DCI-P3
Tempo di risposta (GTG) 4 ms
Luminosità 300 cd/m2
Contrasto 3000:1
Altoparlanti X
Ingressi (1) DisplayPort 1.2, (2) HDMI v2.0
Audio uscita jack 3,5 mm
USB (1) USB v3.0 up; (2) down
Consumi 33,8 watt, luminosità 200 nits
Dimensioni pannello con base 714 x 485-587 x 295mm
Spessore pannello 117 mm
Larghezza cornici 8 mm sopra e ai lati, 20 mm sotto
Peso 9,6 kg
Garanzia 3 anni

Asus ha integrato diverse caratteristiche interessanti in questo monitor. La prima è il pannello VA 16:9 1800R, che è qualcosa di insolito per i monitor da gioco. Solitamente questi schermi sono grandi e piatti oppure curvi e ampi. In questo caso abbiamo una sottile curvatura di raggio 1800 mm, accoppiata a un aspect ratio 16:9.

Grazie a una diagonale di 31,5″, il monitor non ha problemi a riempire la visione periferica di chi osserva, e l’altezza extra aiuta a bloccare ancora meglio dalle distrazioni circostanti. Questo monitor potrebbe essere considerato una buona alternativa agli enormi ultra-wide da 38″ che non solo occupano un sacco di spazio sulla scrivania, ma costano anche moltissimo.

asus rog xg32vq 05

La velocità si presenta sotto forma di refresh rate a 144 Hz, con FreeSync a partire da 48 Hz. L’intervallo del refresh rate di 96 Hz è accompagnato dalla Low Framerate Compensation (LFC), che raddoppia i frame quando l’azione scende sotto 48 fps.

Fondamentalmente questo significa che i vostri giochi non dovrebbero mai soffrire di screen tearing, persino con frame rate estremamente bassi. Di certo fintanto che avete una scheda video ragionevolmente potente, non avete molto di cui preoccuparvi dato che ci sono meno pixel da muovere. La risoluzione QHD in questo caso è ideale. Le schede video di fascia alta possono arrivare a 100 fps facilmente, mentre quelle di fascia media possono mantenere 60 fps. Perderete un po’ di densità di pixel rispetto a un monitor da 27″ alla stessa risoluzione, ma i 93 PPI sono comunque più che sufficienti per renderizzare il più piccolo dettaglio con chiarezza.

Per chi ama lo stile, Asus ha aggiunto Aura Sync. Questa funzione manipola l’illuminazione LED sulla base e nel retro del monitor con vari colori ed effetti. Aura Sync significa che potete combinare l’illuminazione mostrata dal vostro schermo con quella nel vostro case – a patto di avere una motherboard Asus compatibile.

Il pezzo finale del puzzle è la copertura colore sRGB del 125%, che ci suona come un color gamut DCI-P3. Ce ne occuperemo durante la fase di test. L’XG32VQ è impressionante sulla carta e fisicamente. Vediamolo da vicino.

Il prodotto

Lo Strix XG32VQ è un grande monitor ed è accompagnato da una scatola di dimensioni appropriate con ampia protezione. Il montante è collegato in modo permanente al pannello, in parte a causa del sistema di illuminazione integrato. La base si collega con un singolo bullone, quindi dovrete agganciare la copertura di illuminazione a uno dei tre obiettivi (maggiori dettagli in seguito).

asus rog xg32vq 01

Asus include cavi HDMI, DisplayPort e USB 3.0. L’alimentatore è esterno. Una volta collegato, gli occhi cadono immediatamente sull’effetto di illuminazione che arriva dalla base. Asus ha incluso tre lenti che proiettano due loghi differenti, o semplicemente una luce soffusa, se preferite. L’effetto è controllabile sia dall’OSD che dal software Aura Sync. Quest’ultimo può essere usato per coordinare l’illuminazione tra il monitor e altro hardware ROG supportato come l’illuminazione del case o i moduli di memoria RAM. I LED si trovano anche sul retro, attorno al punto di collegamento del montante. Questo, insieme allo stile da nave spaziale visto su altri monitor ROG, distingue Asus dagli altri marchi.

asus rog xg32vq 03

Il raggio della curva è 1800 mm, relativamente poco marcato rispetto agli altri schermi da gaming. È tuttavia appropriato per l’aspect ratio 16:9 in quanto restituisce un buon effetto avvolgente senza distorcere l’immagine. La densità dei pixel è un po’ bassa a questa dimensione, ma la nitidezza non è un problema. L’immagine è chiara e nitida grazie allo strato antiriflesso otticamente perfetto.

asus rog xg32vq 04

La cornice è molto ridotta in alto e ai lati, ma un po’ più ampia nella parte inferiore. I controlli si trovano nella parte posteriore inferiore destra, e consistono di quattro grandi tasti e un joystick. La navigazione dell’OSD è semplice e intuitiva, anche se il tasto di accensione sembra lo stesso degli altri controlli, il che rende facile spegnere il monitor per errore.

asus rog xg32vq 02

Nella foto posteriore potete vedere il pannello degli ingressi nascosto da una copertura che completa la forma dello chassis. I cavi escono da un piccolo foro e possono essere infilati nel montante per avere ordine sulla scrivania. Le connessioni consistono di una singola HDMI 2.0, due DisplayPort 1.2 (una è mini), un’uscita audio analogica da 3,5 mm, due USB 3.0 downstream con una porta in upstream. Dovrete collegare il cavo USB al vostro PC per far funzionare Aura Sync.