IL CASO

Windows 10, creare un account locale diventa più difficile

Come riportato da How-To Geek, la versione 1903 di Windows 10, conosciuta anche come May 2019 Update, richiede agli utenti di creare un account Microsoft a meno che non utilizzino un escamotage.

Secondo quanto emerso, durante la fase di installazione del nuovo aggiornamento del sistema operativo di Microsoft sembra scomparsa l’opzione “Account Offline” tramite la quale era possibile creare un account locale di Windows. La novità riguarda solo la versione Home, in quanto Windows Professional sembra aver conservato tale opzione, seppur sotto la voce “Domain Join Instead“.

Per utilizzare Windows 10 home versione 1903 sarà quindi necessario munirsi di un account Microsoft fornendo un indirizzo email valido, un numero di telefono o il proprio nome utente Skype.

Ciò che lascia perplessi è la possibilità di rimuovere, in un secondo momento, l’account creato per completare l’installazione; cliccando sul tasto “per saperne di più” presente sulla schermata di login comparirà infatti il seguente messaggio:

“Se preferisci non avere un account Microsoft associato al tuo dispositivo puoi rimuoverlo. Completa la procedura di installazione di Windows, quindi seleziona il pulsante Start e vai su Impostazioni>Account>Le tue informazioni e seleziona accedi con un account locale”

Fortunatamente è possibile aggirare tale procedura disconnettendo il computer dalla rete (rimuovendo il cavo ethernet o abilitando la modalità aereo); una volta in modalità offline, al momento della creazione dell’account apparirà il messaggio “qualcosa è andato storto” e sarà sufficiente cliccare il tasto “salta” per evitare il processo.

Una volta aggirata la procedura apparirà la classica domanda “chi utilizzerà questo computer?”, da sempre presente nella fase finale dell’installazione, che vi consente di creare un account offline ed accedere all’OS Microsoft come di consueto.

In caso si possieda un computer portatile, Windows 10 chiede di accedere alla rete prima di arrivare a questo punto dell’installazione facendo sì che gran parte degli utenti, pensando sia necessario, proceda alla creazione di un account Microsoft.

Non si tratta quindi di una vero e proprio obbligo, ma questo atteggiamento fa presagire che le future versioni di Windows 10 potrebbero rimpiazzare il login con account locale con un accesso online tramite account Microsoft.