Software

Windows 10, una parte del codice sorgente è finita online

Una parte del codice sorgente di Windows 10 è stata pubblicata online la scorsa settimana. I file legati ai driver di USB, archiviazione e Wi-Fi integrati nel sistema operativo sono stati pubblicati su Beta Archive, un sito che traccia le release di Windows.

Il codice pubblicato online fa parte dello Shared Source Kit di Microsoft, come affermato da un portavoce. "La nostra revisione conferma che questi file sono effettivamente una parte del codice sorgente che deriva dall'iniziativa Shared Source, ed è usato da OEM e partner".

windows10

Sulla portata di questo "leak" c'è un dibattito: The Register parla di 32 TB di dati e di una fuoriuscita di dati più grande di quella che riguardò Windows 2000 nel 2004, ma secondo il sito The Verge gran parte di quei dati includono dati disponibili da mesi o persino anni, in gran parte build di Windows 10, e il leak del codice sorgente sarebbe di minore entità, "solo" 1,2 GB.

Benché la pubblicazione del codice online sollevi un certo imbarazzo in casa Microsoft, il codice sorgente era già condiviso con partner, imprese, governi e altri clienti che hanno scelto di ottenere una licenza tramite l'iniziativa Shared Source. Nel leak è presente anche il Windows 10 Mobile Adaption Kit, insieme ad alcune build di Windows 10 Creators Update e versioni di Windows 10 per piattaforme ARM.

Fortunatamente per Microsoft, il proprietario di Beta Archive ha rimosso il codice, sottolineando che non c'è stato un intervento diretto dell'azienda, ma è stata una decisione in autonomia.

The Verge pensa questo "leak" potrebbe essere in qualche modo collegato all'arresto di due uomini nel Regno Unito, in seguito a un'indagine legata all'accesso non autorizzato alla rete di Microsoft. Uno dei due uomini sarebbe un donatore del sito Beta Archive. Al momento però non ci sono conferme.


Tom's Consiglia

Vuoi aggiornare il tuo PC e passare a Windows 10? A 15 euro compri il codice seriale!