Schede madre

Asus vuole portare Windows 11 su CPU Intel di sesta generazione

A giugno Microsoft aveva affermato che avrebbe preso in considerazione l’aggiunta del supporto Windows 11 per le CPU Intel di settima generazione e AMD Ryzen serie 1000. A fine agosto Microsoft ha finalmente pubblicato l’elenco finale dei requisiti hardware che include il supporto per 10 nuove CPU Intel Core di settima generazione.

L’annuncio ha colto molti di sorpresa, poiché l’elenco aggiornato dei processori supportati include ora solo una manciata di CPU in più. Per la precisione sono: Core i5-7640X, Core i7-7740X, Core i7-7800X, Core i7-7820HQ, Core i7-7820X, Core i7-7900X, Core i7-7920X, Core i9-7940X, Core i9-7960X e Core i9-7980XE.

In altre parole, i requisiti hardware aggiornati di Microsoft per Windows 11 andranno a beneficio solo dei prodotti di punta come Surface Studio 2 e Dell Precision. Se si ignora l’elenco sopra, solo i processori di ottava generazione e più recenti sarebbero in grado di eseguire il nuovo sistema operativo di Microsoft.

In una dichiarazione, Microsoft ha ammesso che i chip più vecchi possono effettivamente eseguire Windows 11 in modo non ufficiale scaricando e installando il sistema operativo con strumenti come Media Creation Tool, ma la società non fornirà supporto e aggiornamenti di sicurezza per il vecchio hardware e potrebbero esserci problemi di prestazioni.

La novità, come riporta Windows Latest, è che Asus avrebbe iniziato a testare gli aggiornamenti del BIOS per estendere il supporto ad alcune schede madri con CPU Intel più vecchie di quelle specificate da Microsoft. A luglio, ASUS ha condiviso una guida su quali schede madri sono pronte per l’aggiornamento a Windows 11. Le schede madri elencate nella documentazione dell’azienda sono dotate di TPM 2.0, ma Asus sta anche abilitando supporto per schede madri con processori Intel di sesta e settima generazione, secondo quanto si legge nella pagina dedicata al BIOS e al firrmware.

Asus ha recentemente rilasciato un aggiornamento del BIOS pronto per Windows 11 per una serie di schede madri Z270 per processori Intel di sesta e settima generazione, che non sono inclusi nella documentazione ufficiale pubblicata da Microsoft.

Asus ha confermato il supporto per Windows 11 nel log delle modifiche del BIOS 1501 per MAXIMUS IX FORMULA, che supporta i processori Intel di sesta e settima generazione. “Supporta Windows 11 per impostazione predefinita, non sono necessarie modifiche alle impostazioni nel BIOS UEFI”, si legge nel registro delle modifiche.

Lo stesso accade per la versione beta del BIOS per STRIX Z270F GAMING“Supporta Windows 11 per impostazione predefinita, non sono necessarie modifiche alle impostazioni nel BIOS UEFI. Si prega di notare che questa è una versione beta del BIOS della scheda madre che è ancora in fase di test finali prima del suo rilascio ufficiale”.

Non resta che attendere qualche notizia ufficiale da Microsoft oppure la divulgazione di qualche test con Windows 11 da parte degli utenti in possesso di queste motherboard con CPU di sesta e settima generazione.