Tom's Hardware Italia
Software

Windows XP, addio all’ultima versione dell’irriducibile OS

Microsoft ha staccato la spina a Windows Embedded POSReady 2009, terminando così la lunga carriera di Windows XP, durata ben 18 anni.

Microsoft ha terminato il supporto per Windows XP Home e Professional già nel 2014, smettendo di rilasciare aggiornamenti di sicurezza e fornire supporto tecnico al suo sistema operativo distribuito a partire dal 2001.

L’azienda aveva tuttavia garantito cinque anni di supporto esteso a Windows Embedded POSReady 2009, rendendola di fatto l’ultima incarnazione di Windows XP ancora supportata. Il 9 aprile, due giorni fa, Microsoft ha staccato la spina al supporto di questa versione per bancomat e dispositivi embedded, decretando così l’effettiva morte di Windows XP.

Altre varianti aziendali di Windows XP – come Windows Embedded Standard 2009 e Windows Embedded per Point of Service SP3 – erano sopravvissute all’addio formale del 2014, ma hanno esalato il loro ultimo respiro rispettivamente nel gennaio di quest’anno e nel 2016.

Per tutti i nostalgici del vetusto sistema operativo è quindi tempo di passare oltre, a qualcosa che viene continuamente aggiornato, come ad esempio Windows 10 IoT Enterprise, discendente diretto della famiglia Windows Embedded OS.

Windows 10 IoT Enterprise consente di fare molto di più del suo antenato e soprattutto di farlo meglio, garantendo la possibilità di ricevere supporto tecnico e nuove patch di sicurezza per mantenere un sistema sano ed in salute e non vulnerabile come il vecchio Windows XP.