Terra

Cambiamenti climatici, l’inquinamento rende i temporali più gravi?

Un team di scienziati atmosferici statunitensi cercherà risposte a una domanda complessa: piccoli granelli di fuliggine, polvere, fumo e altre particelle sospese nell’atmosfera terrestre aiutano a determinare la gravità dei temporali? Le conoscenze acquisite possono rendere le previsioni meteorologiche più accurate e fornire dati cruciali per migliorare le previsioni su come gli aerosol possono influenzare il clima futuro della Terra.

Gli esempi includono polvere, sale marino, particelle emesse dai motori diesel, fuliggine dai processi di combustione nelle centrali elettriche e nelle raffinerie, molto traffico stradale urbano e persino fumo degli incendi in California e Colorado. Alcune ricerche suggeriscono che tali aerosol possono cambiare il ciclo di vita delle nuvole, ritardando l’inizio delle precipitazioni. Se ciò accade, man mano che le nuvole crescono, le goccioline d’acqua possono diventare più grandi.

“Useremo queste misurazioni dell’ozono per conoscere la qualità dell’aria e come i temporali ridistribuiscono l’aria tra la superficie e l’alto”, ha detto James Flynn, professore associato di ricerca presso il Dipartimento di Scienze della Terra e dell’Atmosfera dell’Università di Houston presso il College of Natural Sciences and Mathematics. L’ozono superficiale viene generato quando le sostanze chimiche emesse come parte dei gas di scarico delle automobili e dei processi industriali reagiscono con la luce solare.

Il radar sarà guidato da un software sviluppato dallo scienziato di Brookhaven Pavlos Kollias e programmato utilizzando l’intelligenza artificiale e i set di dati esistenti. “Questo software consente al radar di selezionare le tempeste che pensiamo si svilupperanno e si sposteranno sui siti, quindi ingrandire e scansionare ad alta risoluzione per esplorare i dettagli di come gli aerosol stanno influenzando le precipitazioni che cadono lì”, ha detto Jensen.

“Le nuvole convettive si verificano in tutto il mondo, ma ci sono ancora molte domande su come sono influenzate dal loro ambiente”, ha affermato Jeff Stehr, responsabile del programma DOE per ASR. “Lo studio migliorerà la nostra comprensione di come queste nuvole si formano, crescono e decadono intorno a un ambiente urbano costiero”.