Cuffie, auricolari e accessori

L’aeroporto di Roma Fiumicino integra i caschi AR con scansione termica: è il primo in Europa

L’aeroporto di Roma Fiumicino ha scelto di utilizzare dei particolari caschi AR che consentono a chi li indossa di misurare la temperatura corporea delle altre persone. Una funziona particolarmente importante durante questi giorni segnati da una, per il momento limitata, ripartenza dei voli. Esistono diversi metodi alternativi per misurare la temperatura delle persone, ma il problema sorge quando occorre compiere questa azione a numerosi individui contemporaneamente.

Tenere sotto controllo la temperatura corporea è particolarmente importante, specialmente durante questa fase, perché, quando elevata, potrebbe tradursi come un sintomo del Coronavirus. Aziende cinesi e americane si sono quindi affrettate per accrescere la produzione di scanner termici indossabili.

L’aeroporto di Roma Fiumicino, uno dei più trafficati in Italia, ha deciso di integrare alcuni caschi intelligenti N901, realizzati a Shenzhen. Si tratta della prima struttura europea di questo tipo a compiere questa scelta, che consentirà di non far avvicinare i possibili contagiati agli aerei.

Questi particolari caschi, con software basato su Android, hanno un design abbastanza vistoso, specialmente se indossai insieme a una mascherina. Si tratta però di dispositivi molto importanti per prevenire ulteriori contagi. A differenza delle normali videocamere termiche, gli addetti che indossano gli elmetti possono spostarsi tra la folla (mantenendo la distanza di sicurezza). Gli occhiali inclusi nel prodotto contengono un apposito display che segnala in tempo reale la temperatura delle persone, emettendo un segnale sonoro nel caso in cui dovesse esserci qualcuno con una temperatura corporea elevata.

Realme 5 Pro, con 8 GB di RAM e 128 GB di memoria interna, è disponibile su Amazon. Lo trovate a questo indirizzo.